Glucomannano

Che cos’è il glucomannano?

Si tratta di uno zucchero ricavato dalla radice di Amorphophallus konjac. Una volta inghiottito assorbe l’acqua formando una massa all’interno dell’intestino.

A cosa serve?

Il glucomannano viene proposto nella cura della costipazione, per perdere peso (sia in adulti che in bambini), in presenza di diabete di tipo 2, per tenere a bada la glicemia e per diminuire il colesterolo nel sangue.

L’Efsa, Autorità europea per la sicurezza alimentare, ha permesso l’indicazione secondo cui il glucomannano favorisce il mantenimento dei livelli di colesterolo nel sangue nella norma, solo per gli alimenti che danno un apporto giornaliero di 4 g e insieme all’informazione che gli effetti positivi possono essere ricavati prendendo 4 g di glucomannano al dì. Il claim secondo cui il glucomannano favorisce la perdita di peso può invece essere adoperato solamente riguardo ai cibi che ne accoglie 1 grammo per porzione, dando al consumatore l’informazione che gli effetti benefici possono essere raggiunti con un apporto giornaliero di 3 g in 3 dosi da 1 g, insieme a 1-2 bicchieri di acqua, prima dei pasti e nel contesto di un’alimentazione a basso apporto calorico.

Avvertenze e possibili controindicazioni

Prendere degli integratori a base di glucomannano è ritenuto sicuro per la maggior parte delle persone adulte e dei bambini, almeno quando l’assunzione dura fino a un massimo di quattro mesi consecutivi. Bisogna però sempre prenderlo assumendo giuste quantità di acqua per accertarsi che giunga allo stomaco e chi ha problemi di deglutizione deve prestare attenzione al pericolo di soffocamento. In aggiunta le formulazioni in pastiglie solide potrebbero provocare blocchi intestinali o bloccare la gola.

In presenza di diabete è basilare controllare la glicemia durante il periodo di assunzione dell’integratore, poiché potrebbe interferire con il monitoraggio degli zuccheri nel sangue. Per la stessa ragione potrebbe essere necessario smettere di prendere il glucomannano almeno due settimane prima di un intervento chirurgico programmato.

In ultimo, il glucomannano potrebbe interferire con l’assunzione di farmaci antidiabetici e con i farmaci presi per bocca.

Disclaimer

Le informazioni riportate sono indicazioni generali e non soppiantano in nessuna maniera l’opinione del medico. Per assicurarsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre meglio fare affidamento sui consigli del proprio medico curante o di un nutrizionista.