Dolore alla mandibola

Il dolore mandibolare è come una sensazione dolorosa più o meno intensa avvertita a livello della mascella inferiore (osso mascellare o mandibola), dei tessuti adiacenti e in particolare dell’articolazione temporomandibolare (ATM). L’articolazione temporomandibolare può essere definita come una cerniera che collega la mascella alle ossa temporali del cranio e può essere sede di vari problemi quali dolore, fratture, disallineamento, artrite e ascessi dentali. Il disordine o disfunzione temporomandibolare (DTM) rappresenta la causa più frequente di dolore alla mandibola.

Quali malattie possono essere legate al dolore alla mandibola?

Le principali patologie associate al disturbo, in ordine alfabetico, sono:

  • Artrite
  • Artrosi
  • Attacco cardiaco
  • Bruxismo
  • Calcolosi salivare
  • Carie
  • Disordine o disfunzione temporomandibolare
  • Gengivite
  • Infarto miocardico
  • Ipercolesterolemia (Colesterolo alto)
  • Otite
  • Parodontite
  • Parotite
  • Polimialgia reumatica
  • Pulpite
  • Sclerosi multipla
  • Sinusite
  • Tetano
  • Traumi
  • Tumore delle ghiandole salivari

Tuttavia, questo non è un elenco esaustivo. Se i sintomi persistono, si consiglia di consultare il proprio medico di fiducia.

Quali sono i rimedi contro il dolore alla mandibola?

Per contrastare in modo efficace i disturbi mandibolari è necessario chiedere il parere di un otorinolaringoiatra e, successivamente, a uno specialista come il dentista, lo gnatologo o il chirurgo maxillo-facciale. Mediante accurato approfondimento diagnostico sarà possibile trovare la causa specifica del disturbo e valutare i possibili interventi.
In caso di dolore transitorio, per alleviare il dolore, può essere utile l’assunzione di antinfiammatori e l’applicazione di impacchi caldi o freddi. In caso di dolore meno intenso può essere sufficiente rilassare i muscoli della mascella mediante massaggi o semplice riposo. Chi soffre di bruxismo può trarre sollievo dall’utilizzo notturno di un bite. Inoltre, si consiglia di non consumare cibi duri, gommosi, chewing-gum e altri alimenti che inducano una masticazione prolungata.

Quando è necessario rivolgersi al proprio medico?

In caso di dolore causato da un trauma è necessario recarsi presso un Pronto Soccorso per stabilire l’eventuale presenza di una frattura. In tutti gli altri casi sarà il medico curante a indicare la terapia da seguire e lo specialista a cui rivolgersi per un consulto più approfondito.