Eritromelalgia

Che cos’è?

L’eritromelalgia può essere considerata una condizione patologica oppure il segnale secondario di un altro disturbo, solitamente collegato a difetti della coagulazione, diabete, gotta e sclerosi multipla. Il sintomo appare mediante un bruciore acuto, descritto anche come dolore urente, accompagnato da calore e arrossamento che si manifesta solitamente su mani, piedi, volto, orecchie e ginocchia. Il sintomo rappresenta un’anomala vasodilatazione dei vasi sanguigni periferici.

Quali patologie possono essere associate all’eritromelalgia?

Le principali patologie che possono essere associate sono riportate di seguito:

  • Artrite reumatoide
  • Diabete
  • Gotta
  • Ipertensione
  • Lupus eritematoso sistemico
  • Policitemia vera
  • Sclerosi multipla
  • Trombosi venosa profonda
  • Trombocitemia
  • Vene varicose

Questa non rappresenta una lista completa per cui è sempre meglio rivolgersi al proprio medico di fiducia qualora i sintomi dovessero persistere.

Quali sono i possibili rimedi?

Per attenuare il fastidio si suggerisce di procedere ad un raffreddamento della parte con il ghiaccio, immergendola in acqua fredda oppure con l’aiuto di un ventilatore.

Quando è necessario consultare il proprio medico?

La manifestazione repentina del sintomo, soprattutto se accompagnata da calore e da macchie sulla cute, deve essere immediatamente comunicata al medico curante.