Defecografia e colpocistodefecografia

Che cos’è la colpocistodefecografia con studio seriato del tenue?

La colpocistodefecografia con studio seriato del tenue è l’esame radiologico utilizzato nelle donne per valutare tutte le strutture che compongono il pavimento pelvico e studiare le disfunzioni che causano problemi nella defecazione. Il termine colpocistodefecografia è composto da termini che descrivono le aree del corpo interessate dall’esame: “colpo” si riferisce alla vagina, “cisto” alla vescica, “defeco” all’azione di espulsione delle feci. In genere, i problemi del pavimento pelvico sono più frequenti nelle donne. In genere, i disturbi del pavimento pelvico possono comparire per sfiancamenti dei muscoli pelvici  post-partum o nelle donne anziane per riduzione del tono muscolare. 

L’esame però può essere effettuato anche nei maschi, ma in questo caso si tratta di defecografia con studio seriato del tenue.

In entrambi i casi, la modalità di preparazione ed esecuzione dell’esame è uguale. 

A cosa serve la defecografia?

La defecografia permette di studiare le fasi della defecazione e di identificare eventuali alterazioni quali uno sfiancamento della parete, un prolasso, un’invaginazione retto-ampollare o retto-anale che compromettono il normale svuotamento dell’ampolla rettale. 

Quando è indicata?

La colpocistodefecografia è indicata in caso di: 

  • stipsi cronica
  • problemi di evacuazione incompleta
  • incontinenza fecale 
  • prolasso rettale, rettocele o di cistocele

L’esame aiuta a comprendere le possibili cause e l’entità del problema, e indirizzare il Paziente verso la risoluzione del problema in percorso terapeutico multidisciplinare a cui partecipano tutti gli esperti del Centro del pavimento pelvico. Sulla base del problema individuato, il trattamento dei disturbi può prevedere la riabilitazione del pavimento pelvico o l’intervento chirurgico.

Sono previste norme di preparazione?

Alla paziente viene chiesto di presentarsi in ospedale circa due ore prima di una defecografia: è necessario effettuare un microclistere la mattina stessa dell’esame e circa due ore prima dell’esame bere del mezzo di contrasto (sospensione baritata) che opacizza le anse del piccolo intestino.

Lo studio seriato del tenue infatti si esegue facendo bere al paziente un bicchiere di sospensione baritata due ore prime dell’esame per vedere se alcune anse ileali scendono nello scavo pelvico determinando loro stesse problemi nella defecazione o contro indicando alcuni tipi di intervento.

Chi può sottoporsi all’esame?

Può essere effettuato da tutte le donne, tranne durante la gravidanza. 

La Defecografia è dolorosa o pericoloso?

L’esame non è né doloroso, né pericoloso, è solo un pò fastidioso, e per certi versi può risultare imbarazzante, ma la presenza di una dottoressa radiologa dedicata che segue la donna in ogni fase dell’esame, la rassicura e risponde ad ogni dubbio, aiuta a superare i disagi e completare serenamente l’esame. 

Come funziona la defecografia?

La colpocistodefecografia è un esame che si divide in due parti. Nella prima parte dell’esame la donna, dopo aver bevuto del mezzo di contrasto (bario), viene fatta sdraiare su un lettino radiologico, viene disinfettata l’area del perineo e le viene introdotto un catetere morbido in vescica come per fare una cistografia, attraverso il quale si inietta un mezzo di contrasto per opacizzare la vescica. Poi si introduce in vagina una piccola siringa con cui viene iniettato un mezzo di contrasto denso per opacizzare la vagina. Infine, si introduce nel retto un altro catetere morbido da cui si inietta una miscela baritata semi-solida con consistenza simile alle feci, per opacizzare l’ampolla rettale e l’ultimo tratto del sigma. 

Dopo aver effettuato queste procedure da sdraiata, la paziente viene messa a sedere su un water radiotrasparente e le vengono chieste di eseguire varie azioni: restare morbida, stringere l’ano, spingere, alla fine defecare. vengono assunti  una decina di radiogrammi in proiezione frontale e latero-laterale.

Questo permette di comprendere radiologicamente, grazie al mezzo di contrasto, la funzione di muscoli che essendo radio-trasparenti non sarebbero valutabili. 

L’esame termina con l’espulsione del bario.

 

Defecografia e colpocistodefecografia: Medici