COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 6951 1
PRENOTAZIONE SSN
+39 02 6951 6000

LUNEDì – VENERDì
dalle 10.30 alle 12.00 e dalle 14 alle 16.30
SABATO CHIUSO

PRENOTAZIONE PRIVATI, ASSICURATI, CONVENZIONATI
+39 02 69 51 7000

LUNEDì – VENERDì
dalle 8.00 alle 19.00
SABATO - dalle 08.00 alle 13.00

PRENOTAZIONE PRELIEVI
02 69517000

Dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00

HUMANITAS PER LEI
+39 02 69 51 5151

Dal lunedì al venerdì
Privati, Assicurati e Convenzionati
dalle 9 alle 17

SSN dalle 10:30 alle 17

CENTRO PRIMO INTERVENTO ORTOPEDICO

Dal lunedì alla domenica
Dalle 8.00 alle 20.00

+39 02 69 51 5555

Il servizio è effettuato in regime privato.

Fecaloma

Noto anche con il nome di “stercoroma”, “coproma” e “scatoma”, il fecaloma è una massa dura di feci che si forma negli ultimi tratti dell’intestino e può provocarne l’ostruzione. Tale condizione, spesso, è legata alla stitichezza. L’aumento del tempo di permanenza delle feci nell’intestino fa sì che questo riassorba l’acqua. La massa fecale, privata dell’acqua, diventa sempre più dura e secca e difficile da evacuare, portando allo sviluppo del fecaloma.

Sebbene inizialmente il fecaloma possa risultare del tutto asintomatico, in seguito i sintomi che possono presentarsi sono quelli classici dell’occlusione intestinale (dolore e distensione addominale, contrazioni spasmodiche dello sfintere anale associate a dolore, nausea, vomito).

Quali malattie possono essere associate al fecaloma?

Tra le malattie che possono risultare legate alla condizione ci sono:

  • Cancro al colon
  • Stitichezza

Tuttavia, questo non è un elenco esaustivo ed è sempre consigliabile chiedere consulto al proprio medico di fiducia.

Quali sono i rimedi contro il fecaloma?

In caso di fecaloma è fondamentale cercare di rendere più morbida la massa fecale ostruttiva mediante appositi clismi e supposte o frantumazione manuale. Nei casi più gravi e complessi può essere necessario ricorrere a intervento chirurgico.

In generale, uno stile di vita sano che comprenda un’attività fisica regolare, anche leggera, e un’alimentazione ricca di frutta e verdura possono favorire la motilità intestinale, prevenendo lo sviluppo di tale disturbo. Soprattutto nei mesi più caldi è molto importante e consigliato bere molta acqua.

Quando è necessario rivolgersi al proprio medico?

Nel caso in cui siano già state diagnosticate in precedenza alcune patologie (vedi elenco delle malattie associate).

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici