Punto Nascita di Humanitas San Pio X

Humanitas San Pio X è una Struttura dotata di un Punto Nascita COVID free, costituito dalle Unità Operative di Ostetricia e Ginecologia e di Neonatologia, e un percorso nascita dedicato alle donne che stanno per diventare mamme. Il Punto Nascita offre alle future mamme e papà l’opportunità di essere seguiti durante tutta la gravidanza da professionisti esperti dai corsi di preparazione al parto fino al parto e al post partum, nella sicurezza di una Struttura d’eccellenza. 

Aggiornamenti: Accompagnatori e visitatori per mamma e neonato Scopri di più

Gravidanza e vaccinazione anti COVID-19 Scopri di più

A  partire dalla 34ª settimana, le gestanti che intendano partorire nella nostra Struttura dovranno prendere contatto con il personale medico di Ostetricia e Ginecologia per la valutazione in ambulatorio dell’andamento della gravidanza.

Reparto Ostetricia 02.6951.7421
Prenotazioni privati 02.6951.7000
Prenotazioni SSN 02.6951.6000LUNEDì – VENERDì dalle 10.30 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 16.30 SABATO CHIUSO

I corsi preparto

Dalla gravidanza al parto, fino ai primi giorni insieme al proprio bimbo. I nostri corsi di accompagnamento alla nascita hanno l’obiettivo di aiutare le future mamme e le coppie a vivere la nascita in modo sereno, con consapevolezza e fiducia, confrontandosi con i nostri esperti. Per garantire la sicurezza di tutti durante la pandemia da COVID-19, i corsi preparto si svolgono in modalità online.

Scopri di più alla pagina dedicata al Corso Preparto Clicca qui
Clicca qui per compilare il modulo di prenotazione per Corso preparto Online

In questo percorso di preparazione al parto, le mamme sono accompagnate attraverso lezioni complete e accurate dei nostri professionisti: ostetriche, ginecologi, neonatologi, anestesisti, infermiere pediatriche e psicologhe, risponderanno alle domande e ai dubbi delle mamme, dalla gravidanza al travaglio, affrontando la paura del parto, partoanalgesia, attività fisica e alimentazione, le visite e gli esami, cambiamenti ormonali, parto imminente e parto pretermine.

Gli incontri teorico-pratici previsti con ostetrica, ginecologo, neonatologo, psicologo, anestesista sono organizzati secondo il calendario aggiornato.

Dal primo giorno, ogni giorno i nostri esperti sono insieme a tutte le mamme d’Italia con l’app gratuita Mama. Nata dall’esigenza di stare vicini alle donne in gravidanza e accompagnarle al parto, specie in questo periodo in cui è importante mantenere l il distanziamento sociale, l’app Mama è realizzata grazie ai nostri esperti del Punto Nascita di Humanitas San Pio X, che mettono la propria esperienza di ginecologi, psicologi, neonatologi, ostetriche e nutrizionisti al servizio dell’informazione, dalla gravidanza al post partum.

L’informazione dalla gravidanza al post partum, con noi è costantemente aggiornata e realizzate dai nostri medici esperti con articoli e schede descrittive degli esami da fare per le mamme e i papà che vogliono sapere cosa aspettarsi fin dal primo giorno di gravidanza. 

Scopri tutti gli approfondimenti di HumanitasMAMA Clicca qui

 

Gravidanza

In questo periodo di incertezza da pandemia, i nostri medici e le nostre ostetriche lavorano per continuare a dare alle future mamme e papà la massima attenzione nella massima sicurezza.

Per questo motivo, alle mamme e ai papà o accompagnatore è richiesto il tampone negativo prima di entrare in sala parto, sia per il parto naturale, sia per il taglio cesareo programmato. Per sapere quando fare il tampone leggi qui 

Nel nostro Punto Nascita sono aperti tutti gli ambulatori per le visite e gli esami previsti dal Percorso Nascita, compresi gli ambulatori per la Diagnosi Prenatale. Per continuare nel nostro impegno per evitare la diffusione del coronavirus abbiamo previsto percorsi sicuri separati di accesso al Triage Ostetrico-Ginecologico, alle sale parto Covid-free e al Punto Nascita dopo il parto, con camere e culle separate per le mamme in attesa dell’esito del tampone.

Con il contributo di tutti nel rispetto delle nuove disposizioni, al Punto Nascita siamo certi che la gravidanza e la nascita del vostro bambino continueranno ad essere vissuti con la serenità e gioia dell’attesa.

I nostri ambulatori ginecologici sono aperti per le visite di screening prenatale previste per ogni periodo di gravidanza.

Diagnosi prenatale quali esami fare nel primo trimestre? Scopri di più 

Gravidanza in salute il percorso preconcezionale. Scopri di più

Il Centro multidisciplinare di Patologia Ostetrica

Le complicanze ostetriche che incontriamo in gravidanza possono essere dovute a problematiche materne già presenti nella donna prima del concepimento (ipertensione, diabete, patologie autoimmuni, problematiche endocrinologiche, patologie ematologiche, psicologiche o psichiatriche) o a patologie che si sviluppano inaspettatamente durante la gestazione. Queste complicanze possono influire sull’andamento della gravidanza stessa, sulla vita del nascituro e sulla salute della donna. La presenza di una patologia ostetrica non trattata in tempo e in modo adeguato, o non diagnosticata, può portare a complicanze materno-fetali tra cui, le più note sono l’aborto spontaneo, l’abortività ricorrente, la morte intrauterina del feto anche vicino al termine di gravidanza, il parto prematuro, anomalie della crescita fetale, l’ipertensione con o senza preeclampsia, e il diabete. Per permettere alle donne e alle coppie di coronare il desiderio di un figlio, con un attento monitoraggio materno-fetale, presso Humanitas San Pio X nasce il Centro Multidisciplinare di Patologia Ostetrica diretto da Nicoletta Di Simone, professore ordinario di Ginecologia e Ostetricia presso Humanitas University. Un team di esperti d’eccellenza organizzati in ambulatori specialistici può seguire prima del concepimento le donne che:

    • desiderano programmare una gravidanza
    • avranno una gravidanza fisiologica e vogliono essere sottoposte ad un accurato monitoraggio materno-fetale
    • provenienti da percorsi di fecondazione in vitro, sono a rischio di sviluppare complicanze ostetriche
    • in base alla loro precedente storia ostetrica o per una patologia già esistente prima della gravidanza, sono a rischio di complicanze ostetriche

e le coppie che non riescono ad ottenere una gravidanza con un parto presso il termine. La coppia verrà presa in carico da un team multidisciplinare che effettuerà un approccio diagnostico/terapeutico personalizzato fino al parto e nei controlli da effettuare dopo il parto.

 

Il rientro a casa

Alla dimissione, la neomamma riceve una lettera con la programmazione delle visite e controlli, sia in caso di parto eutocico, sia di taglio cesareo. 

Al momento della dimissione viene consegnata ai genitori una relazione contenente i principali dati clinici, gli i risultati degli screening neonatali eseguiti durante la degenza (test di screening metabolico neonatale esteso, determinazione della bilirubina per via transcutanea, valutazione della funzione uditiva mediante otoemissioni, monitoraggio della saturazione arteriosa e della frequenza cardiaca, prova del riflesso rosso) indicazioni nutrizionali consigliate, appuntamenti ambulatoriali suggeriti e necessari, per i quali viene già fissato giorno e orario.

Servizi dopo la dimissione

Disponibilità a continuare, su richiesta, il percorso del servizio di ascolto psicologico iniziato durante la degenza al Punto Nascita per aiutare la neomamma a prevenire, affrontare e superare la depressione post partum (baby blues) e le fragilità associate. 

La gravidanza e il parto possono indebolire i muscoli del pavimento pelvico che oggi sappiamo essere importanti per la salute e il benessere della donna. Tutte le donne dovrebbero rinforzare il pavimento ma soprattutto in gravidanza e dopo il parto, con la riabilitazione perineale e del pavimento pelvico eseguita da ostetriche specializzate. Nel nostro ospedale è presente il Centro del pavimento pelvico l’approccio ai disturbi del pavimento pelvico è multidisciplinare con un centro e specialisti dedicati

Il pre-ricovero presso il Punto Nascita di Humanitas San Pio X

Gli esami preparto sono importanti sia per la mamma che per il bambino. In Humanitas San Pio X tutti gli esami preparto, incluso il monitoraggio del benessere fetale, si effettuano circa 4-5 settimane prima del parto, in una sola giornata chiamata pre-ricovero e in un unico spazio, evitando quindi appuntamenti in giorni diversi e spostamenti in diversi ambulatori. Il dott. Alessandro Bulfoni, responsabile di Ostetricia e Ginecologia di Humanitas San Pio X ci spiega il percorso.

L’accesso al pre-ricovero è previsto dalla 34ª alla 36ª settimana, previo appuntamento. In un unico giorno vengono completati tutti accertamenti per il parto:

  • esami ematochimici
  • visita ginecologica ed ostetrica con ecografia, monitoraggio e tampone vaginale
  • visita cardiologica con ecg
  • visita anestesiologica. Durante la visita anestesiologica viene effettuata anche la verifica di idoneità alla parto analgesia, che il giorno del parto può essere richiesta dalla donna a travaglio avviato all’équipe ostetrico-ginecologica che avviserà l’anestesista.

Durante il pre-ricovero viene predisposta la cartella clinica per la paziente e in caso di parto vaginale viene programmato il controllo a termine, in caso di parto cesareo viene programmata la data del parto.

Il prericovero è anche il momento dell’incontro con l’ostetrica, figura di riferimento, che resterà al fianco della famiglia durante il travaglio e il parto.

In questo momento delicato di pandemia al prericovero vengono anche date le indicazioni per l’esecuzione del tampone molecolare Covid-19, che verrà eseguito per mamma e papà/accompagnatore al parto sia nel caso di parto eutocico, sia in caso di taglio cesareo programmato, nello stesso periodo alla 36^ e 38^ settimana. Il tampone è considerato valido per 72 ore. In caso di degenza oltre le 72 ore viene ripetuto. Vengono inoltre eseguiti tamponi secondo le seguenti modalità:

  • Se la donna è al primo figlio (primipara) il tampone va eseguito alla 40^ settimana
  • Se la donna ha avuto precedenti parti (pluripara) il tampone va eseguito alla 39^ settimana
  • In caso di Taglio cesareo il tampone va eseguito 48h prima del ricovero.

In ottemperanza alle disposizioni delle autorità, inoltre, non è consentita l’entrata ad accompagnatori durante il prericovero.

Le future mamme che intendano partorire presso il Punto Nascita di Humanitas San Pio X e non sono seguite da specialisti del nostro ospedale possono prenotare il pre-ricovero per la valutazione clinica dell’andamento della gravidanza e il successivo ricovero per il parto.

Come prenotare il prericovero presso il Punto Nascita di Humanitas San Pio X

Il pre-ricovero deve essere prenotato dalla futura mamma dalla 34ª alla 36ª settimana chiamando i numeri 02.6951.6411/6404. L’accesso al pre-ricovero è diretto e non occorre ricetta del medico curante.

Scarica la Valigia e il Corredino da portare in Ospedale

Triage ostetrico-ginecologico

Al Punto Nascita è attiva un’accettazione ostetrico-ginecologica h24 per tutte le donne anche non in gravidanza, sia per urgenze ostetrico-ginecologici, sia per disturbi legati alla gravidanza e al parto. Al Triage ostetrico-ginecologico del nostro Punto Nascita sono presenti professionisti diversi per un approccio multidisciplinare (anestesista, ostetrica, infermieri, chirurgo urologico, medico di diagnostica).

Informativa sul trattamento dati in regime di triage ostetrico

Assistenza al parto

L’équipe dell’Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia fornisce alle future mamme un’assistenza ostetrica “one to one”, 24 ore su 24, 365 giorni all’anno, nel più totale rispetto della fisiologia del travaglio di parto. A partire dalla 40ª settimana compiuta, è attivo l’ambulatorio ostetrico della gravidanza a termine.
Un anestesista dedicato alla sala parto garantisce 24 ore su 24 la parto-analgesia alle pazienti che ne fanno richiesta. La visita anestesiologica viene effettuata in occasione della valutazione ostetrica della 34ª settimana o dopo richiesta della partoriente, in corso di travaglio, qualora non fosse stata già effettuata.

In caso di necessità, la gestante può contattare il Punto Nascita al numero 02.6951.7421 disponibile 24 ore su 24, oppure accedere direttamente al reparto di Ostetricia e Ginecologia (IV° piano), ove sarà accolta e visitata immediatamente.

L’accesso alla sala parto segue un percorso dedicato presso l’Unità Operativa di Neonatologia e Patologia Neonatale, recentemente ristrutturata e riorganizzata. La nostra struttura ospedaliera è COVID free pertanto la gestante, prima di essere ricoverata, deve eseguire il tampone molecolare Sars-CoV-2  e avere esito negativo. Nei casi di travaglio incipiente, il tampone molecolare Sars-CoV-2 viene eseguito al momento dell’ingresso della gestante in ospedale e in attesa dell’esito dell’esame, la donna seguirà un percorso indicato come zona grigia comprensivo di:

  • sala travaglio;
  • isola neonatale per l’assistenza al neonato al momento della nascita;
  • area osservazionale post parto;  
  • camere per il rooming-in dedicate, con personale dedicato all’assistenza.

Corredino e valigia per mamma e neonato Clicca qui

Clicca qui

Post-partum

Nelle 4 sale parto del Punto Nascita, di cui una dedicata alla sala operatoria per il parto cesareo, sono sempre presenti il medico neonatologo, l’ostetrica e l’infermiera pediatrica, sia per il parto naturale sia per quello cesareo. Al termine del parto cesareo il bambino viene immediatamente visitato dal neonatologo assistito dall’infermiera pediatrica. Nel parto eutocico, il bambino viene valutato sempre dal neonatologo, e se presenta le caratteristiche di stato di salute ottimale (pianto vigoroso, tono muscolare) il bambino viene posto immediatamente sul grembo della mamma e visitato alla seconda ora di vita. 

Skin-to-skin sempre: se le condizioni cliniche del neonato lo permettono, sia dopo il parto eutocico, sia con taglio cesareo, l’immediato contatto “pelle a pelle” favorisce l’allattamento e la montata lattea, oltre al rapporto mamma-bambino. Per circa due ore il neonato resta a contatto con la mamma e monitorato attentamente dal personale ostetrico secondo i parametri vitali di frequenza cardiaca saturazione e temperatura.

Rooming-in: al termine delle due ore dal parto, mamma e bambino vengono trasportati nella camera di degenza della mamma dove stanno insieme h24. Tutti i giorni il bambino viene visitato dal neonatologo assistito dal personale infermieristico pediatrico, vengono valutate le condizioni cliniche e il peso del bambino, si parla e si discute con la mamma di eventuali dubbi. Terminata la visita, il personale medico e infermieristico del reparto restano disponibili per eventuali richieste della mamma.

Consulenza psicologica

L’arrivo di una nuova vita può essere motivo di ansia e preoccupazioni e non solo gioia e sensazioni positive. Alcune donne, dopo la nascita del proprio bambino possono avere la sensazione di non essere all’altezza, possono sentirsi tristi e avere crisi di pianto, ansia, o sentirsi in colpa perchè non si sentono felici come ci si aspetterebbe. Questo può avere ricadute sull’iniziale relazione di attaccamento madre-figlio, sul benessere della mamma, del bambino e della famiglia. 

Le nostre psicologhe del servizio di ascolto del Punto Nascita sono vicine alle mamme per supportarle psicologicamente prima e dopo la nascita, aiutandole a prevenire la depressione post-partum e a vivere l’arrivo del figlio in modo sereno e preparato. Un colloquio nell’immediato post partum con una psicologa esperta può aiutare la donna ad elaborare l’ansia e la preoccupazione o il timore di non riuscire a gestire la responsabilità e di “non essere una brava mamma”. 

In caso sia necessario, sulla base del bisogno individuato verrà attivato un intervento terapeutico in sinergia con l’ostetrica (per esempio nelle difficoltà di allattamento) o, nel caso di depressione post partum, con lo psichiatra.  

Assistenza al Neonato

Dopo il parto, la degenza prevista per le puerpere da parto spontaneo è di 2-3 notti, mentre dopo taglio cesareo è di 3-4 giorni. Durante la degenza vengono effettuati controlli quotidiani del benessere del neonato sia con esami di laboratorio e se necessario con esami diagnostici, sia con valutazioni cliniche.

Screening neonatale

Durante la degenza, il neonatologo esegue su ogni neonato 5 screening per intercettare precocemente malattie metaboliche, ipoacusia congenita (sordità), patologie della vista, cardiopatie.

    • Screening delle malattie metaboliche: a 2 giorni di vita, un prelievo capillare di poche gocce di sangue dal neonato permette di escludere numerose malattie metaboliche altre patologie come l’ipotiroidismo e la fibrosi cistica, eccetera.
    • Screening delle otoemissioni: permette di escludere l’ipoacusia congenita. E’ un esame di primo livello che se positivo indirizza verso esami più approfonditi.
    • Ricerca del riflesso rosso: serve ad escludere alcune patologie oculari come la cataratta congenita.
    • Determinazione della bilirubina per via transcutanea
    • Screening cardiologico: la misurazione della saturazione arteriosa dell’ossigeno effettuata poco prima della dimissione permette di escludere alcune cardiopatie. A 1 mese dalla nascita viene effettuato un elettrocardiogramma presso i nostri ambulatori pediatrici, con l’obiettivo di escludere la con l’obiettivo di escludere la sindrome del QT lungo.

Assistenza al neonato patologico

Presso la nostra Struttura siamo in grado di accogliere neonati con età gestazionale superiore alle 34 settimane e/o peso superiore a 1500 grammi, prematuri e a termine, garantendo la gestione in caso di distress respiratorio lieve o moderato, necessità di indagini ematochimiche o strumentali cardiache, cerebrali o addominali, valutazioni neurologiche e oculistiche. L’Unità Operativa di Neonatologia e Patologia Neonatale è dotata di culle termiche innovative e di apparecchiature elettromedicali idonee all’assistenza al neonato patologico. Il neonato ricoverato in Patologia neonatale viene sottoposto a monitoraggio in continuo dei parametri vitali, controlli clinici giornalieri, ad accertamenti ematochimici e strumentali e a terapie specifiche  in relazione al tipo di patologia presente. L’area inoltre dispone di un laboratorio per effettuare alcuni esami direttamente in reparto e per la preparazione, di tutte le terapie,  sotto cappa a flusso laminare per garantisce i criteri di sicurezza igienico sanitaria. L’accesso in reparto della mamma è consentito 24/24h.

Il Nido

E’ “aperto” e consente il libero ingresso alle mamme e ai papà, in un ambiente tranquillo per stare con il proprio bambino. Al Nido è possibile sia lasciare il bimbo alle cure delle infermiere pediatriche per qualche ora in modo che la mamma possa riposare, sia trovare risposte e informazioni durante la degenza riguardanti l’alimentazione del neonato, l’igiene e la sua cura. Il Nido è dotato di cinque culle di cui due dedicate ai neonati delle mamme in attesa di tampone.

A tutti i neonati vengono eseguiti:

  • un controllo clinico ambulatoriale neonatologico  necessario per una valutazione clinica del neonato, la crescita ponderale e per chiarire eventuali dubbi dei genitori. Qualora il neonato al momento della dimissione necessiti di successivi accertamenti ematochimici e/o strumentali o visite specialistiche, gli stessi verranno programmati e riportati nella lettera della dimissione
  • un ECG tra il 25° e 40° giorno di vita
  • se necessario, ecografia del bacino tra il 2° e il 3° mese, quale screening per la displasia congenita dell’anca.

Per eventuali dubbi o chiarimenti, i genitori possono sempre contattare il Nido al numero 02.6951.6427 o tramite e-mail all’indirizzo neonatologia@sanpiox.humanitas.it.

Prelievi Pediatrici

Prelievi con infermiere pediatriche per bambini da 0 a 10 anni dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle 11:0

Ambulatorio Babygreen  Scopri di più