COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 6951 1
PRENOTAZIONE SSN
+39 02 6951 6000

LUNEDì – VENERDì
dalle 10.30 alle 12.00 e dalle 14 alle 16.30
SABATO CHIUSO

PRENOTAZIONE PRIVATI, ASSICURATI, CONVENZIONATI
+39 02 69 51 7000

LUNEDì – VENERDì
dalle 8.00 alle 19.00
SABATO - dalle 08.00 alle 13.00

PRENOTAZIONE PRELIEVI
02 69517000

Dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00

HUMANITAS PER LEI
+39 02 69 51 5151

Dal lunedì al venerdì
Privati, Assicurati e Convenzionati
dalle 9 alle 17

SSN dalle 10:30 alle 17

CENTRO PRIMO INTERVENTO ORTOPEDICO

Dal lunedì alla domenica
Dalle 8.00 alle 20.00

+39 02 69 51 5555

Il servizio è effettuato in regime privato.

Iperpnea

Che cos’è?

L’iperpnea è una condizione medica caratterizzata dall’aumento della frequenza e della profondità dei respiri che conducono a una maggiore ventilazione polmonare. Di solito viene accompagnata dall’aumento dei battiti cardiaci e da affaticamento.

Tra le cause fisiologiche associate al disturbo si trovano lo sforzo fisico e le tensioni emotive; tra le cause patologiche ci sono, invece, condizioni molto diverse tra loro, come insufficienze cardiache, presenza di sepsi, acidosi metabolica, sinusite. La condizione può essere collegata anche all’abuso di alcol.

Quali patologie possono essere associate?

Le malattie che possono essere associate all’iperpnea sono le seguenti:

  • Insufficienza cardiaca
  • Acidosi metabolica
  • Sepsi
  • Sinusite
  • Stati tossici (abuso di alcol)

Si ricorda che l’elenco non è esaustivo ed è sempre bene consultarsi con il proprio medico.

Esistono rimedi contro l’iperpnea?

Per individuare il trattamento specifico alla soluzione del problema è fondamentale capire quale sia la causa all’origine del disturbo e intervenire su questa.

Quando è il caso di rivolgersi al proprio medico?

In caso di iperpnea è sempre bene rivolgersi al proprio medico o al pronto soccorso.

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici