Dermatite allergica da contatto

Cos’è?

La dermatite allergica da contatto (o eczema da contatto) è una reazione allergica della pelle causata dal contatto con sostanze allergeniche chimiche o naturali, ossia sostanze che possono stimolare la risposta immunologica del corpo umano. Il contatto della cute con gli allergeni origina una reazione infiammatoria, pruriginosa, che può diventare persistente.

Nel tempo, la pelle affetta da dermatite da contatto si presenta:
secca
infiammata
talvolta ispessita con fissurazioni.

Quali sono le cause?

La dermatite allergica da contatto può essere causata dal contatto con allergeni chimici o ambientali. Gli allergeni più frequenti sono: 

  • Metalli (nichel, cromo, cobalto, oro)
  • Gomme, anche di alcuni tipi di guanti, e resine
  • Sostanze contenute nelle tinte per capelli, come la parafenilendiamina
  • Conservanti contenuti nei cosmetici, nei detergenti e nelle creme. Tra questi è frequente l’allergia a una sostanza chiamata metilisotiazolinone, ingrediente di molti saponi e detersivi
  • Profumazioni presenti nei profumi classici spray, nelle fragranze ambientali, nei detersivi, nei cosmetici, negli olii e essenze di alcune piante e fiori.

Quali sono i sintomi?

La dermatite allergica da contatto si manifesta improvvisamente con:

  • chiazze rosse
  • vescicole
  • desquamazione
  • croste
  • prurito 
  • sensazione di calore localizzato

Il fastidio provocato dalla dermatite spinge il soggetto che ne è affetto a grattarsi con insistenza. La dermatite allergica può diventare cronica, e in questo caso si manifesta con ispessimento della pelle, secchezza e prurito intenso.

Come si diagnostica?

Il dermatologo effettua la diagnosi grazie al test allergologico, detto Patch Test, attraverso il quale si possono identificare le sostanze che hanno provocato la dermatite. Infatti, il Patch Test prevede l’applicazione sulla cute di tracce di allergeni purificati per identificare l’origine della reazione.

Come si cura?

La terapia principale consiste nell’evitare la sostanza a cui si è allergici. 

Ci sono poi dei trattamenti specifici, con utilizzo di creme lenitive o di farmaci (in crema o per via orale), su consiglio medico.

In generale la pelle affetta da dermatite non deve essere sottoposta a bagni e lavaggi troppo frequenti, perché la pulizia eccessiva e l’uso di saponi aggressivi causano l’impoverimento degli strati esterni della pelle che la proteggono. È bene anche evitare che la pelle sia secca, cercando di idratarla con creme delicate e non profumate. Va prestata attenzione anche al momento di asciugarla, cercando di tamponarla delicatamente piuttosto che sfregarla. 

Come si previene

La prevenzione della dermatite allergica consiste nell’evitare il contatto con gli allergeni, quando individuati. In caso di dermatite delle mani è importante usare il più possibile i guanti, oltre che dei prodotti “barriera” che diminuiscono il contatto tra la pelle e le sostanze allergeniche. 

 

Per maggiori informazioni visitare l’area medica di riferimento