Dermatite atopica

Cos’è?

La dermatite atopica (o eczema costituzionale) è una malattia infiammatoria cronica della pelle che spesso inizia in età pediatrica ma può essere presente anche negli adulti. Nella sua forma infantile si manifesta nei primi mesi o anni di vita del bambino, generalmente in maniera improvvisa. In età pediatrica tende a colpire spesso le guance, mentre dai 2 anni in poi si localizza prevalentemente a livello delle pieghe delle braccia, delle zone dietro le ginocchia e sulle mani. È caratterizzata da un decorso intermittente, con periodi di tranquillità e periodi di intenso peggioramento. In alcuni soggetti si associa ad asma, rinite allergica o allergia verso alcuni cibi, con aumento degli anticorpi IgE totali e specifici. È molto pruriginosa e può essere a rischio di sovrainfezione da parte di batteri o virus.

Quali sono i sintomi?

La dermatite atopica si manifesta con:
pelle secca
prurito intenso
chiazze rosse, che possono essere ricoperte di vescicole, abrasioni, crosticine
La pelle è maggiormente sensibile e incapace di tollerare i prodotti più comuni.

Nel tempo la dermatite atopica puó causare l’ispessimento della cute, chiamato lichenificazione.

Quali sono le cause

Le cause della dermatite atopica non sono del tutto note. Si ritiene che ci sia una componente ereditaria che provoca una reattività infiammatoria spiccata verso agenti comuni. Questa reattivitá infiammatoria è associata a un difetto nella funzione “barriera” svolta dalla pelle, per cui si entra a contatto con sostanze che normalmente vengono bloccate all’esterno. Il cambiamento di stagione e lo stress psicofisico sono tra le maggiori cause di scatenamento della dermatite atopica.

Come si diagnostica?

È necessaria una visita dermatologica, durante la quale il dermatologo valuta attentamente i sintomi cutanei e raccoglie la storia clinica del paziente.

Come si cura?

In caso di dermatite atopica è importante idratare quotidianamente la pelle con prodotti adeguati, che possono ripristinare la barriera cutanea che protegge l’epidermide del paziente. Sono disponibili in commercio prodotti antiinfiammatori per le forme più lievi, mentre nelle fasi acute lo specialista può consigliare prodotti a base di cortisone o altri medicinali in crema o sistemici.

Come si previene?

Il consiglio è quello di:

  • evitare bagni e lavaggi troppo frequenti perché la pulizia eccessiva impoverisce la pelle degli strati esterni che la proteggono
  • usare saponi delicati a base oleosa, non profumati, che minimizzino i rischi di reazione allergica
  • asciugare la pelle delicatamente, tamponando l’umidità in eccesso, invece di sfregarla
  • evitare il contatto con sostanze che possono essere irritanti o allergeniche, quali profumi e conservanti
  • applicare creme idratanti ed emollienti specifiche per la pelle atopica
  • non indossare fibre sintetiche o lana a diretto contatto con la pelle, per non irritarla
  • esporsi alla luce solare, sempre con la corretta protezione solare e mai se la pelle è molto infiammata. 

Per maggiori informazioni visitare l’area medica di riferimento