COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 6951 1
PRENOTAZIONE SSN
+39 02 6951 6000

LUNEDì – VENERDì
dalle 10.30 alle 12.00 e dalle 14 alle 16.30
SABATO CHIUSO

PRENOTAZIONE PRIVATI, ASSICURATI, CONVENZIONATI
+39 02 69 51 7000

LUNEDì – VENERDì
dalle 8.00 alle 19.00
SABATO - dalle 08.00 alle 13.00

PRENOTAZIONE PRELIEVI
02 69517000

Dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00

HUMANITAS PER LEI
+39 02 69 51 5151

Dal lunedì al venerdì
Privati, Assicurati e Convenzionati
dalle 9 alle 17

SSN dalle 10:30 alle 17

CENTRO PRIMO INTERVENTO ORTOPEDICO

Dal lunedì alla domenica
Dalle 8.00 alle 20.00

+39 02 69 51 5555

Il servizio è effettuato in regime privato.

Bambini: le sane abitudini che proteggono da raffreddore e influenza

In questi mesi di convivenza con COVID-19 abbiamo imparato quanto sia importante indossare la mascherina e curare l’igiene delle mani per provare a contenere il rischio di contagio. Si tratta di abitudini importanti, per grandi e bambini, anche per proteggersi – e proteggere gli altri – da raffreddore e influenza, ne parliamo con il dottor Marco Nuara, neonatologo di Humanitas San Pio X.

Lavarsi le mani in modo corretto

Il lavaggio delle mani è uno dei modi più efficaci per prevenire la diffusione delle comuni malattie dei bambini in età scolare come il raffreddore, l’influenza, la congiuntivite e anche COVID-19. 

Continua a essere importante, anche per via della pandemia in corso, assicurarsi che i bambini lavino bene e spesso le mani, soprattutto prima di mangiare, dopo essersi soffiati il naso e dopo essere andati in bagno. Bagnarsi le mani con un po’ d’acqua però non basta e va insegnato il lavaggio corretto, magari facendolo insieme, per almeno 30 secondi con acqua e sapone o in assenza con soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani.

Tossire e starnutire correttamente

I virus del raffreddore e dell’influenza, come il coronavirus, possono viaggiare nell’aria tramite goccioline di saliva quando qualcuno starnutisce o tossisce. Uno studio recente ha dimostrato che la maggior parte delle persone  si copre la bocca quando starnutisce, ma lo fa con le mani, una cattiva abitudine che può diffondere la malattia ad altri. L’esempio è un’ottima scuola per i bambini, pertanto:

  • insegnate al vostro bambino a starnutire o tossire con un fazzoletto o all’interno del gomito
  • dite loro di evitare di toccarsi gli occhi o la bocca se prima non si sono lavati correttamente le mani

Infatti, come per il coronavirus, toccare un oggetto o una superficie precedentemente toccata da qualcun’altro con il raffreddore o la congiuntivite, e poi toccarsi gli occhi o la bocca, permette al virus di entrare nel corpo e infettarlo. 

Attenzione anche alla condivisione di posate e bicchieri: da evitare, anche in famiglia, data la veloce trasmissione dei virus (compresi il virus influenzale e SARS-CoV-2) attraverso la saliva.

Seguire una sana routine quotidiana

È importante che i bambini imparino fin da piccoli a mangiare sano, con tanta frutta e verdura, yogurt e cibi ricchi di omega3 che aiuteranno a mantenere il loro sistema immunitario forte e a tenere lontano raffreddori e influenza. Il cibo però non basta, è importante anche che i bambini dormano le giuste ore, sia per la loro salute, sia per migliorare la concentrazione a scuola, le relazioni ed evitare irritabilità e malumore. 

Neonatologia
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici