COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 6951 1
PRENOTAZIONE SSN
+39 02 6951 6000

LUNEDì – VENERDì
dalle 10.30 alle 12.00 e dalle 14 alle 16.30
SABATO CHIUSO

PRENOTAZIONE PRIVATI, ASSICURATI, CONVENZIONATI
+39 02 69 51 7000

LUNEDì – VENERDì
dalle 8.00 alle 19.00
SABATO - dalle 08.00 alle 13.00

PRENOTAZIONE PRELIEVI
02 69517000

Dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00

HUMANITAS PER LEI
+39 02 69 51 5151

Dal lunedì al venerdì
Privati, Assicurati e Convenzionati
dalle 9 alle 17

SSN dalle 10:30 alle 17

CENTRO PRIMO INTERVENTO ORTOPEDICO

Dal lunedì alla domenica
Dalle 8.00 alle 20.00

+39 02 69 51 5555

Il servizio è effettuato in regime privato.

Cordone ombelicale: in Humanitas San Pio X un protocollo di ricerca sul clampaggio ritardato

La ricerca dedicata alla prevenzione e alla cura di malattie materno-infantili è uno degli impegni dei medici di Humanitas San Pio X e di Fondazione Humanitas per la Ricerca.
In particolare, gli esperti del Punto Nascita tra cui ginecologi, ostetriche e neonatologi sono attivi in uno studio multidisciplinare per definire tempistiche e modalità di esecuzione del clampaggio, oltre che del milking (spremitura) e del cordone ombelicale.

Il protocollo di ricerca di Humanitas San Pio X

Le ricerche condotte in questo ambito hanno evidenziato significativi benefici per la salute del neonato derivati da un ritardato taglio del cordone e quindi da una maggiore trasfusione cellulare dal versante placentare.

Secondo gli studi lasciare fluire il sangue attraverso il cordone ombelicale, dalla placenta al neonato, porterebbe importanti benefici per il bambino, come l’aumento della pressione arteriosa media nelle prime ore di vita, una migliore ossigenazione tissituale a livello cerebrale e renale, una minore incidenza di anemia intorno ai 4 mesi e livelli di ferritina circolante più elevati tra i due e i quattro mesi di età.
Inoltre, il passaggio di sangue dalla placenta al neonato nel momento del parto è il fattore più determinante del volume ematico e plasmatico neonatale nei primi giorni di vita fino ad almeno 4 mesi.

Il ritardato clampaggio e il taglio del cordone ombelicale

Il ritardato clampaggio del cordone ombelicale è raccomandato da diverse organizzazioni professionali con una tempistica variabile, ma comunque con un minimo temporale di 30 secondi dalla nascita; il successivo taglio è effettuato in genere dopo 2-3 minuti dal parto, per consentire al sangue residuo presente nel cordone di raggiungere il neonato e garantirgli così un ulteriore apporto di ferro. Una procedura che vale – laddove possibile – non solo in caso di parto naturale, ma anche nel parto cesareo e nei nati pre-termine. Il clampaggio ritardato viene raccomandato anche dall’Organizzazione Mondiale della Sanità che sottolinea come sia necessario aspettare almeno un minuto dalla nascita a beneficio della salute materna e infantile.

Per sostenere la ricerca

Humanitas San Pio X sostiene la ricerca scientifica di Fondazione Humanitas per la Ricerca. Aiuta i nostri medici e i ricercatori a trovare cure e trattamenti sempre più efficaci. Dona ora su donazioni.humanitas.it

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici