Il lockdown ha bloccato uscite, serate, incontri, riunioni. Insomma, tutte le occasioni per cui ci si prepara, ci si pettina, si mette un po’ di trucco e si esce. Tuttavia, il fatto di non dover più uscire non deve essere una scusa per smettere di prendersi cura della propria pelle, perché “tanto non mi vede nessuno”. La pelle, infatti, rimane comunque esposta a fattori esterni che la danneggiano, come la luce blu emanata dai dispositivi elettronici o l’aria viziata di un ambiente chiuso che tende a seccarla molto. Ecco alcuni consigli della dottoressa Marta Brumana, responsabile di dermatologia di Humanitas San Pio X per curare la pelle di viso e corpo anche, e soprattutto, in questo periodo. 

Protezione viso da raggi uv e luci artificiali

Che sia per smart working, per intrattenimento o per videochiamare amici e familiari lontani, è normale che le ore trascorse davanti agli schermi dei dispositivi elettronici siano aumentate. Questo però può nascondere dei problemi per la pelle del viso, che è esposto per molte ore alla “luce blu” emanata da PC, tablet e smartphone, e alla lunga causa gli stessi effetti negativi di una scorretta esposizione alla luce solare. La luce digitale, infatti, non è altro che una radiazione luminosa appartenente allo spettro solare dei raggi UV e IR. Per questo, è piú facile che compaiano rughe, linee, segni di affaticamento nella zona perioculare, secchezza. Per proteggere la pelle del viso, quindi, si consiglia di: 

Idratare molte volte la pelle con prodotti adeguati, meglio se privi di profumazioni o conservanti che possono dare allergie o irritazioni. Si possono utilizzare creme o, avendo più tempo, maschere a lunga posa, che possono contenere principi attivi e vitamine in grado di migliorare l’aspetto della cute, come vitamina C e derivati della vitamina A.

Dedicare piú attenzione del solito al contorno occhi: applicando, mattina e sera, una crema o un siero defaticante. Il modo migliore per applicarli è picchiettando con l’anulare fino al completo assorbimento, cosí si esercita una pressione ideale, né troppo forte né troppo debole. Di solito, se tenuti in frigo, i prodotti per il contorno occhi hanno una migliore efficacia anti-edemigena e riducono le fastidiose “borse”.  

Evitare di stare davanti allo schermo prima di andare a dormire: la luce digitale altera la produzione di melatonina e il ritmo sonno-veglia. Quindi, anche il momento di rigenerazione della pelle, che avviene tra le 23 e le 4 di notte, ne risente. 

Protezione mani

Particolare attenzione in questi giorni va posta alla cura delle nostre mani. Sono sottoposte infatti a forti stress, soprattutto per il continuo lavaggio e per l’utilizzo di prodotti disinfettanti. 

La detersione prolungata con saponi può alterare il film idrolipidico di superficie, ovvero quello strato protettivo che mantiene la pelle integra e idratata. 

È quindi importante cercare di restituire la corretta idratazione, utilizzando i prodotti giusti. Il consiglio è quello di utilizzare durante il giorno delle creme più leggere, meglio se ad effetto “barriera”, che proteggono la pelle dagli insulti esterni, mentre prima di andare a dormire possiamo utilizzare prodotti più fortemente idratanti.

I consigli per prendersi cura del proprio corpo

Anche se la pelle del viso è quella più delicata e a rischio, è importante prendersi cura della pelle di tutto il corpo. Infatti, gli ambienti chiusi e lo stress a cui siamo sottoposti in questo periodo di lockdown rischiano di rovinare l’epidermide e, in alcuni casi, favorire l’insorgenza di alcune patologie dermatologiche. Ma oltre a questo, una pelle liscia, morbida e luminosa ci aiuta ad aumentare il senso di benessere e di serenitá, cosa non indifferente date le circostanze. Approfittando delle maggiori quantità di tempo a disposizione, si può dedicare piú tempo a rituali che “prima” venivano fatti una volta ogni tanto, se non quasi mai. Ad esempio, lo scrub per il corpo, che è utilissimo per eliminare le cellule morte, donare lucentezza all’epidermide, oltre che favorirne la naturale rigenerazione. Ecco tre idee di scrub corpo con ingredienti che si trovano facilmente a casa.

Cosa serve

Scrub al caffè

3 fondi di caffè, 3 cucchiai di zucchero di canna, 3 cucchiai di olio 

Scrub al cacao

3 cucchiai di zucchero, 1 cucchiaio di cacao in polvere, 1 cucchiaio di miele, 1 cucchiaio di olio

Scrub al sale

5 cucchiai di sale marino, 5 cucchiai di olio

Il procedimento è uguale per tutti: il composto va applicato sulla pelle asciutta e poi si risciacqua con acqua preferibilmente non calda, per evitare di seccare ulteriormente la pelle. Dopo lo scrub, visto che i pori della pelle sono aperti e assorbono meglio i “nutrienti”, va applicata una crema idratante di buona qualità. 

Il consiglio: si puó scegliere l’olio che si preferisce, da quello di oliva a quello di mandorle dolci, karitè, argan