COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 6951 1
PRENOTAZIONE SSN
+39 02 6951 6000

LUNEDì – VENERDì
dalle 10.30 alle 12.00 e dalle 14 alle 16.30
SABATO CHIUSO

PRENOTAZIONE PRIVATI, ASSICURATI, CONVENZIONATI
+39 02 69 51 7000

LUNEDì – VENERDì
dalle 8.00 alle 19.00
SABATO - dalle 08.00 alle 13.00

PRENOTAZIONE PRELIEVI
02 69517000

Dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00

HUMANITAS PER LEI
+39 02 69 51 5151

Dal lunedì al venerdì
Privati, Assicurati e Convenzionati
dalle 9 alle 17

SSN dalle 10:30 alle 17

CENTRO PRIMO INTERVENTO ORTOPEDICO

Dal lunedì alla domenica
Dalle 8.00 alle 20.00

+39 02 69 51 5555

Il servizio è effettuato in regime privato.

Febbre: doccia e altri rimedi per far passare la febbre

L’influenza stagionale è il più comune dei fenomeni di natura infettiva a cui l’organismo risponde con la febbre. La febbre è un evento comune, non pericoloso per l’organismo a meno che non superi i 40 gradi nell’adulto, ma non è una malattia. E’ invece il sintomo di infezioni virali o batteriche, di patologie infiammatorie oppure la risposta dell’organismo a colpi di calore, farmaci o vaccini, o allo stress a  seguito di interventi chirurgici. Con la febbre, l’organismo tenta di controllare fenomeni che ritiene pericolosi per la nostra salute. In una condizione normale, la temperatura corporea è compresa tra 36 e 37,2 gradi, più bassa all’inizio della giornata e, con l’attività metabolica e ormonale, tende ad aumentare tra il tardo pomeriggio e la sera. 

Febbre e sintomi associati

Nella maggior parte dei casi si tratta di sintomi lievi o moderati quali:

  • Aumento della sudorazione
  • Brividi corporei
  • Mal di testa
  • Dolori muscolari
  • Mal di gola
  • Nausea
  • Inappetenza
  • Disidratazione 
  • Stanchezza. 

Solo in casi più severi, quando l’aumento della temperatura corporea è importante, i sintomi possono essere di gravità maggiore e comprendere anche allucinazioni e convulsioni.

Rimedi per abbassare la febbre

Farmaci: in genere, come nell’influenza stagionale, la febbre tende a scomparire spontaneamente. Farmaci antipiretici (paracetamolo) e anti-infiammatori non steroidei (ibuprofene o aspirina) possono aiutare ad abbassare la febbre. In casi specifici, il medico può valutare l’opportunità di esami per stabilire la causa della febbre: esami specifici del sangue, delle urine e colturali, tamponi faringei, radiografie o TAC possono aiutare la diagnosi.

Doccia: l’organismo può trarre beneficio da una doccia leggermente calda o tiepida, non troppo lunga, facendo attenzione a non prendere freddo una volta conclusa. È, però, importare evitare di prendere freddo prima, durante o dopo averla effettuata, perchè il freddo potrebbe causare i brividi, che aumentano la temperatura corporea contribuendo alla sensazione di disagio legata alla febbre. 

Rimedi non-farmacologici: impacchi di acqua fredda sulla fronte sono utili per dare sollievo e diminuire temporaneamente la temperatura e il disagio provocato dalla febbre. In caso di brividi di freddo, invece, è bene coprirsi e tenersi al caldo con coperte, bevande calde e riscaldamento degli ambienti.

Riposo: è fondamentale per abbassare la febbre. Invece, per esempio, in un quadro di infiammazione generalizzata, praticare sport o attività faticose può contribuire a far aumentare la temperatura corporea. 

Idratazione: alla febbre è spesso associata la necessità di bere di frequente per evitare la disidratazione. 

Sana alimentazione: l’inappetenza è uno dei sintomi associati alla febbre. Per questo, è preferibile mangiare poco e spesso, piccole quantità di cibi, meglio se semi-solidi, all’inizio, ad esempio minestre, e poi i carboidrati e la frutta e la verdura per le loro proprietà antiossidanti. Sono invece sconsigliati alimenti ricchi di zuccheri e di grassi.

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici