COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 6951 1
PRENOTAZIONE SSN
+39 02 6951 6000

LUNEDì – VENERDì
dalle 10.30 alle 12.00 e dalle 14 alle 16.30
SABATO CHIUSO

PRENOTAZIONE PRIVATI, ASSICURATI, CONVENZIONATI
+39 02 69 51 7000

LUNEDì – VENERDì
dalle 8.00 alle 19.00
SABATO - dalle 08.00 alle 13.00

PRENOTAZIONE PRELIEVI
02 69517000

Dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00

HUMANITAS PER LEI
+39 02 69 51 5151

Dal lunedì al venerdì
Privati, Assicurati e Convenzionati
dalle 9 alle 17

SSN dalle 10:30 alle 17

CENTRO PRIMO INTERVENTO ORTOPEDICO

Dal lunedì alla domenica
Dalle 8.00 alle 20.00

+39 02 69 51 5555

Il servizio è effettuato in regime privato.

Gravidanza a termine, come funziona il monitoraggio?

Come sottolinea il dottor Gianalfredo Franzoni, medico dell’Unità di Ostetricia e Ginecologia in Humanitas San Pio X: “Il momento più delicato della gravidanza è proprio l’ultimo periodo: gli ultimi giorni nei quali la donna attende la nascita del proprio bambino”.

Verso la fine della gravidanza, la placenta e l’organismo materno stesso iniziano a dare segni di un certo impoverimento, ecco perché è necessario che il monitoraggio della mamma che si avvicina alla data presunta del parto sia particolarmente attento.

Quali esami sono previsti?

“Questo non significa che la gestante debba sottoporsi a esami complicati o valutazioni particolari, ma è bene che l’occhio attento dell’ostetrico vada a volgere verso quei segnali che confermino che la gravidanza si sta avvicinando al parto con tranquillità”, spiega il dottore.

È importante rassicurare la paziente che negli ultimi giorni di attesa inizia a essere un po’ più ansiosa e, senza caricarla di ulteriori tensioni, occorre verificare il benessere fetale.

Per farlo, si ricorre al monitoraggio cardio-tocografico, dove il battito fetale viene paragonato con l’attività contrattile dell’utero e contemporaneamente a un esame ecografico per valutare la quantità di liquido amniotico, la maturità della placenta e i flussi.

Tutti i dettagli all’interno del video.

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici