COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 6951 1
PRENOTAZIONE SSN
+39 02 6951 6000

LUNEDì – VENERDì
dalle 10.30 alle 12.00 e dalle 14 alle 16.30
SABATO CHIUSO

PRENOTAZIONE PRIVATI, ASSICURATI, CONVENZIONATI
+39 02 69 51 7000

LUNEDì – VENERDì
dalle 8.00 alle 19.00
SABATO - dalle 08.00 alle 13.00

PRENOTAZIONE PRELIEVI
02 69517000

Dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00

HUMANITAS PER LEI
+39 02 69 51 5151

Dal lunedì al venerdì
Privati, Assicurati e Convenzionati
dalle 9 alle 17

SSN dalle 10:30 alle 17

CENTRO PRIMO INTERVENTO ORTOPEDICO

Dal lunedì alla domenica
Dalle 8.00 alle 20.00

+39 02 69 51 5555

Il servizio è effettuato in regime privato.

Malattie da raffreddamento, un aiuto dall’alimentazione con il rinforzo immunitario

Il nostro organismo risente dei cambiamenti stagionali, non è inusuale infatti ammalarsi quando cambiano le temperature, in autunno e in primavera, complice anche la forte escursione termica tipica di questi periodi.

Le temperature più basse ci porterebbero a stare riparati in casa, così come fanno alcuni animali in natura, ma questo non è compatibile con il nostro stile di vita odierno, pertanto il nostro corpo spende molte energie per fronteggiare i cambiamenti di temperatura, con ripercussioni sul sistema immunitario.

Cosa fare allora?

Curare l’alimentazione è già un primo importantissimo passo. “Un’alimentazione corretta e integrata infatti aiuta a mantenersi in salute e a fronteggiare le malattie da raffreddamento, tipiche del cambio di stagione. È bene poi ricordare che l’intestino è la sede delle difese immunitarie, pertanto quanto più ci nutriamo in maniera sana e corretta nel corso dell’anno, tanto più saremo in salute e meglio attrezzati contro i mali di stagione”, spiega la dottoressa.

Il consiglio è allora quello di effettuare un rinforzo immunitario strategico e strutturato, con l’obiettivo di supportare il sistema immunitario ad affrontare i cambiamenti stagionali e a fronteggiare eventuali patologie. Questa strategia non evita che ci si ammali, ma diminuisce il numero degli episodi e la loro forza, in termini di durata e intensità.

Il ruolo dell’alimentazione

In termini di rinforzo immunitario giocano un ruolo fondamentale frutta e verdura di stagione e di qualità, di tutti e cinque i colori. Le verdure infatti sono la fonte principale di vitamine C, A ed E. La vitamina C per esempio aiuta anche l’assorbimento del ferro, le vitamine A ed E sono preziosi antiossidanti.

La vitamina C non è contenuta solo negli agrumi, come siamo soliti pensare, ma anche nel prezzemolo e nella salvia, così come nell’acerola, un frutto poco noto ma ricchissimo di questa vitamina.

Utilissimi anche i frutti di bosco, ancora presenti a fine estate, capaci di sostenere lo stress fisico e mentale e ricchi di rame, manganese, cromo, vitamina C ed E. Ottimo anche il consumo di melagrana o del suo succo, purché se ne scelga una versione di qualità che non preveda ulteriori ingredienti.

La supplementazione

Alcuni componenti, alleati preziosi per il nostro organismo, possono poi essere integrati: è il caso del sambuco, dell’uncaria e dell’echinacea, fondamentali per la stimolazione immunitaria. Le supplementazioni possono dunque essere utili, purché siano ben gestite e controllate. “È consigliabile chiedere consiglio al medico, in modo da ottenere le indicazioni più appropriate e trarre così un effettivo beneficio”, sottolinea la dottoressa Naibo.

Un rinforzo immunitario, in autunno e in primavera, è una strategia di protezione del nostro organismo molto importante, che non ha controindicazioni ed è adatta a tutti.

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici