COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 6951 1
PRENOTAZIONE SSN
+39 02 6951 6000

LUNEDì – VENERDì
dalle 10.30 alle 12.00 e dalle 14 alle 16.30
SABATO CHIUSO

PRENOTAZIONE PRIVATI, ASSICURATI, CONVENZIONATI
+39 02 69 51 7000

LUNEDì – VENERDì
dalle 8.00 alle 19.00
SABATO - dalle 08.00 alle 13.00

PRENOTAZIONE PRELIEVI
02 69517000

Dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00

HUMANITAS PER LEI
+39 02 69 51 5151

Dal lunedì al venerdì
Privati, Assicurati e Convenzionati
dalle 9 alle 17

SSN dalle 10:30 alle 17

CENTRO PRIMO INTERVENTO ORTOPEDICO

Dal lunedì alla domenica
Dalle 8.00 alle 20.00

+39 02 69 51 5555

Il servizio è effettuato in regime privato.

Verdure e legumi: i consigli per proporli ai più piccoli (e non solo)

Un’alimentazione sana ed equilibrata è importante in ogni momento della vita e a mangiare bene si impara da piccoli, seguendo l’esempio delle persone più grandi in famiglia. Ecco perché l’arrivo di un figlio e il suo avvicinamento al cibo, superata la fase dell’allattamento, sono un’occasione preziosa per fare un bilancio familiare di come si mangia e adottare uno stile alimentare migliore.

Al di là dei legittimi gusti personali e di particolari scelte alimentari (come diete vegetariane o vegane), un modello nutrizionale di riferimento è la dieta mediterranea. Se poi pensiamo alla sempre valida piramide alimentare, scopriamo che alla sua base, subito dopo l’acqua, si collocano frutta e verdura.

Le verdure, gli ortaggi e i legumi (ottima fonte di proteine vegetali) non dovrebbero infatti mai mancare dalle nostre tavole, dalla colazione, agli spuntini, dai pranzi alle cene. Non sempre però i bambini apprezzano le verdure e i legumi, i motivi possono essere molteplici e spesso la causa risiede anche nella poca abitudine a consumarli abitualmente a casa e in maniera varia. Ancora una volta il buon esempio aiuta. Oltre al buon esempio però, possono essere utili alcuni accorgimenti: ecco i consigli del dottor Marco Nuara, neonatologo e pediatra in Humanitas San Pio X.

  1. Variare la proposta

Ogni stagione offre una gran varietà di verdure: è importante proporle tutte in famiglia. Ogni verdura ha forma, odore, colore, gusto e consistenza differente e per i bambini (ma anche per gli adulti) è un bel gioco di scoperta sperimentare queste diversità. La ricchezza della natura deve raggiungere i nostri piatti e insieme ai più piccoli avremo modo di assaggiare verdure diverse, spesso varianti delle stesse famiglie, e imparare quali preferiamo.

  1. Sperimentare le cotture

Le verdure sono profondamente versatili e si prestano a differenti tipi di cottura: l’importante è sperimentare. Scopriremo che un alimento che noi o i nostri bambini non amiamo bollito, è magari ottimo al vapore o al forno. Meglio però non cuocere troppo le verdure, sia perché così facendo se ne perde parte delle proprietà nutrizionali, sia perché in genere i bambini preferiscono le verdure croccanti, crude o al vapore.

  1. Provare nuove ricette

Di fronte a un “non mi piace” non bisogna né arrabbiarsi né insistere. I bambini si sperimentano e crescono anche nel rapporto con il cibo: è bene invitarli ad assaggiare, ma è preferibile evitare ogni imposizione o associare al cibo premi e punizioni. Un consiglio però può essere quello di riproporre una verdura che non è piaciuta in un’altra versione, spesso bastano piccoli cambiamenti perché glii alimenti vengano apprezzati. La versatilità delle verdure le rende davvero ideali per sperimentare ricette nuove e di facile preparazione.

  1. Cucinare con i bambini

I bambini sono molto incuriositi dalla cucina e se ben coinvolti, sono capaci di essere ottimi aiutanti. Provare a realizzare insieme un piatto, che poi si mangerà a tavola, è un buon modo per avvicinarli a una sana e corretta alimentazione. Farsi aiutare, spiegare loro passo passo ciò che è necessario fare, affidargli passaggi importanti ma a loro misura per la preparazione può essere un’occasione preziosa per stare insieme. Spesso i bambini sono poi spinti ad assaggiare quanto hanno cucinato in prima persona.

  1. Curare la forma

L’approccio a un piatto avviene con molti dei nostri sensi, non solo il gusto, e anche la vista gioca un ruolo determinante. Anche in famiglia è importante curare la forma e con i bambini ci si può sbizzarrire nell’utilizzare le verdure per creare piatti allegri e colorati, magari ricorrere a formine con lettere e animali oppure cucinare le verdure sotto forma di polpette, frittatine, servite come creme in piccoli bicchieri colorati e così via.

  1. Proporre porzioni piccole

Spesso i bambini si scoraggiano di fronte a piatti pieni e questo vale anche per le verdure. Meglio allora proporre porzioni piccole, con magari più verdure da assaggiare e combinare insieme, porzioni che i bambini possono pian piano imparare a gestire da soli.

  1. Legumi

Anche per i legumi valgono gli stessi consigli: sul mercato se ne trovano diversi, da quelli più comuni a quelli più legati a una specifica tradizione territoriale. La parola d’ordine è sperimentare. E anche i legumi, come le verdure, si prestano a moltissime preparazioni: dalle tortillas alle farinate, dalle polpette ai burger, dall’hummus a piatti unici in abbinamento con verdure, riso e altri cereali.

 

 

Neonatologia
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici