COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 6951 1
PRENOTAZIONE SSN
+39 02 6951 6000

LUNEDì – VENERDì
dalle 10.30 alle 12.00 e dalle 14 alle 16.30
SABATO CHIUSO

PRENOTAZIONE PRIVATI, ASSICURATI, CONVENZIONATI
+39 02 69 51 7000

LUNEDì – VENERDì
dalle 8.00 alle 19.00
SABATO - dalle 08.00 alle 13.00

PRENOTAZIONE PRELIEVI
02 69517000

Dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00

HUMANITAS PER LEI
+39 02 69 51 5151

Dal lunedì al venerdì
Privati, Assicurati e Convenzionati
dalle 9 alle 17

SSN dalle 10:30 alle 17

CENTRO PRIMO INTERVENTO ORTOPEDICO

Dal lunedì alla domenica
Dalle 8.00 alle 20.00

+39 02 69 51 5555

Il servizio è effettuato in regime privato.

Erosioni cutanee

Cosa sono le erosioni cutanee?

Le erosioni cutanee rappresentano lesioni che colpiscono la parte più superficiale della pelle, contraddistinte dalla perdita di parti di epidermide. Ciò può accadere per via di traumi, anche se i fattori che le provocano più frequente sono malattie dermatologiche, soprattutto di tipo infettivo. Le erosioni appaiono come conseguenza di malattie che provocano vescicole, quali le afte (stomatiti) del cavo orale. Si parla inoltre di escoriazioni e ulcere che rappresentano due tipologie più gravi di erosione cutanea.

Quali patologie possono essere associate alle erosioni cutanee?

Le maggiori malattie che possono essere associate sono riportate di seguito:

  • Epidermolisi bollosa
  • Herpes simplex
  • Pemfigo volgare
  • Porfiria

Questa non rappresenta una lista completa per cui è sempre meglio rivolgersi al proprio medico di fiducia in caso di persistenza dei sintomi.

Esistono rimedi che ostacolano le erosioni cutanee?

In gran parte dei casi le erosioni non richiedono cure particolari. Se si tratta di erosioni interne al cavo orale si suggeriscono trattamenti per le stomatiti che consistono in risciacqui con acqua e bicarbonato di sodio, l’uso di creme o gel antidolorifici, l’assunzione di integratori a base di zinco e vitamina B12.

In tutti gli altri casi, sono considerate necessarie le pomate, ad uso locale, a base di antibiotici e agenti che permettono la rigenerazione dei tessuti. Bisogna proteggerle dall’aria per evitare le infezioni e prestando attenzione a mantenere asciutta la zona.

Alla presenza del sintomo quando consultare il proprio medico?

È indispensabile interpellare il proprio medico curante se il sintomo perdura per più di 7-10 giorni e in particolar modo se è accompagnato da febbre, dolore e ulteriori sintomi inaspettati.

Prenota una visita
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici