COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 6951 1
PRENOTAZIONE SSN
+39 02 6951 6000

LUNEDì – VENERDì
dalle 10.30 alle 12.00 e dalle 14 alle 16.30
SABATO CHIUSO

PRENOTAZIONE PRIVATI, ASSICURATI, CONVENZIONATI
+39 02 69 51 7000

LUNEDì – VENERDì
dalle 8.00 alle 19.00
SABATO - dalle 08.00 alle 13.00

PRENOTAZIONE PRELIEVI
02 69517000

Dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00

HUMANITAS PER LEI
+39 02 69 51 5151

Dal lunedì al venerdì
Privati, Assicurati e Convenzionati
dalle 9 alle 17

SSN dalle 10:30 alle 17

CENTRO PRIMO INTERVENTO ORTOPEDICO

Dal lunedì alla domenica
Dalle 8.00 alle 20.00

+39 02 69 51 5555

Il servizio è effettuato in regime privato.

Bambini: le manovre di disostruzione delle vie aeree per neonati e dopo 1 anno di età

Domenica 11 settembre, anche Humanitas San Pio X partecipa ad Expo per lo Sport, il grande evento sportivo per under 14 e famiglie, che si terrà dal 5 al 11 settembre in Parco Sempione a Milano in collaborazione con Fondazione Humanitas per la Ricerca.

Due gli appuntamenti in programma con i pediatri di Humanitas San Pio X che incontreranno i genitori in speciali talk e laboratori dedicati alla salute e prevenzione sportiva in età pediatrica e alla sicurezza.

Scopri come iscriverti all’evento.


Per la famiglia è fondamentale saper riconoscere tempestivamente quali siano i segnali di allarme dell’ostruzione delle prime vie aeree in modo da essere in grado di praticare le corrette manovre di disostruzione delle vie aeree. La prima manovra utile alla prevenzione dell’ostruzione delle vie respiratorie in età neonatale e pediatrica è di evitare di lasciare oggetti pericolosi e cibi a portata di mano e di bocca del bambino.

Con il dottor Fabrizio Ciralli, responsabile di Neonatologia e Patologia Neonatale di Humanitas San Pio X parliamo delle diverse manovre di disostruzione delle vie aeree in caso ostruzione da parte di un corpo estraneo in età pediatrica. 

Manovre di disostruzione per neonati e bambini fino a 1 anno

Quando intervenire

In caso di ostruzione parziale da corpo estraneo, il neonato/bambino è in grado di tossire e quindi bisogna incoraggiarlo a tossire, tranquillizzarlo e non praticare manovre di disostruzione. Diversamente, in caso di ostruzione completa da corpo estraneo, il neonato/bambino non è in grado di tossire ed è tempestivo praticare le manovre di disostruzione chiedendo aiuto a chi si trova nello stesso ambiente e attivando la centrale operativa del 118 per parlare con il personale competente e per trasportare il neonato/bambino in pronto soccorso.

Cosa fare

Le manovre di disostruzione sono di due tipi:

  • le pacche o colpi interscapolari, che si eseguono ponendo il neonato/bambino in posizione prona (a pancia in giù) sull’avambraccio del genitore/soccorritore, tenendo la testa in leggera estensione e appoggiando l’avambraccio sulla coscia. Le pacche o colpi interscapolari vengono applicate in regione interscapolare (5 colpi vigorosi e ben assestati). Se tale manovra ha successo, il neonato/ bambino torna a respirare (e probabilmente a piangere). 
  • le manovre di compressione, che vanno praticate se le manovre con i colpi interscapolari non hanno funzionato, ponendo il bambino in posizione supina (a pancia in su) sull’avambraccio, effettuando 5 compressioni con due dita al centro del torace (sulla linea tra i capezzoli) con la frequenza di circa 1 ogni 3 secondi.

Tali manovre dovranno essere alternate fino alla risoluzione della ostruzione completa o fino a quando il lattante non diventa incosciente.

Manovre di disostruzione per bambini di più 1 anno di età

La manovra di disostruzione delle vie aeree, nota come manovra di Heimlich, da praticare ai bambini con un’età maggiore di 1 anno, si esegue nello stesso modo sia nei bambini che negli adulti e si effettua seguendo questa modalità:

  • porsi alle spalle del bambino e abbracciandolo alla vita
  • mettere la mano a pugno con il pollice verso l’interno a livello dello sterno in posizione xifoidea
  • dopo aver preso con l’altra mano, la mano a pugno, effettuare delle compressioni sotto al diaframma, in senso antero-posteriore e caudo-craniale (dal basso verso l’alto).

Proseguire fino a quando la situazione si risolve, con l’espulsione dalla bocca del bambino del corpo estraneo e il ripristino della normale respirazione, oppure finché il bambino perde conoscenza. A questo punto, come nei bambini più piccoli, è importante aver chiamato i soccorsi.  

Pediatria e Neonatologia

Visite ed esami

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici