COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 6951 1
PRENOTAZIONE SSN
+39 02 6951 6000

LUNEDì – VENERDì
dalle 10.30 alle 12.00 e dalle 14 alle 16.30
SABATO CHIUSO

PRENOTAZIONE PRIVATI, ASSICURATI, CONVENZIONATI
+39 02 69 51 7000

LUNEDì – VENERDì
dalle 8.00 alle 19.00
SABATO - dalle 08.00 alle 13.00

PRENOTAZIONE PRELIEVI
02 69517000

Dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00

HUMANITAS PER LEI
+39 02 69 51 5151

Dal lunedì al venerdì
Privati, Assicurati e Convenzionati
dalle 9 alle 17

SSN dalle 10:30 alle 17

CENTRO PRIMO INTERVENTO ORTOPEDICO

Dal lunedì alla domenica
Dalle 8.00 alle 20.00

+39 02 69 51 5555

Il servizio è effettuato in regime privato.

Nuove tecniche per dolore e artrosi presentate al congresso mondiale di Chirurgia del piede e caviglia

Al Congresso dell’International Federation of Foot and Ankle Society (Iffas) a Santiago del Cile e che coinvolge tutte le società scientifiche nazionali della caviglia e del piede confederate nel mondo, il dottor Federico Usuelli, responsabile dell’Unità di Ortopedia della caviglia e del piede di Humanitas San Pio X è stato invitato come rappresentante per l’Italia, a parlare delle novità chirurgiche per l’instabilità di caviglia e di artrosi con ricostruzione della cartilagine in artroscopia con tecnica At-Amic di cui è il padre.

Al primo congresso post pandemia dell’International Federation of Foot and Ankle Society  (www.iffas2022.com), il dottor Federico Usuelli è stato invitato a presentare le nuove tecniche chirurgiche nell’instabilità di caviglia, una patologia che può provocare artrosi giovanile di caviglia. Di artrosi, l’esperto di Humanitas San Pio X ha parlato sia in termini di prevenzione sia di indicazioni terapeutiche, in particolare di ricostruzione artroscopica delle lesioni di cartilagine con tecnica AT- Amic, di cui dal 2013 il dottor Usuelli e il suo team hanno pubblicato sulle maggiori riviste scientifiche internazionali quali Arthroscopic, Kssta, Foot and ankle international. «L’instabilità di caviglia è la principale causa di artrosi, e un fattore predisponente la distorsione e la frattura di caviglia. Dalla scelta del trattamento chirurgico per riparare il danno cartilagineo e osseo dipendono la risoluzione del dolore di caviglia, il recupero della mobilità del piede, la qualità di vita del paziente e la prevenzione dell’artrosi, ma anche rapidità di recupero e rientro alle attività della vita quotidiana, incluso lo sport» ha detto Usuelli.

La tecnica AT-Amic messa a punto dal team di Humanitas San Pio X rappresenta un’evoluzione della tecnica aperta con osteotomia (incisione) del malleolo. 

Rigenerazione di caviglia secondo Usuelli

«La tecnica chirurgica AT-Amic viene considerata una tra le tecniche di scelta per la riparazione cartilaginea e uno degli argomenti scientifici su cui si è scritto di più in ambito di cartilagine e caviglia. Si tratta di un intervento chirurgico completamente artroscopico che mira alla rigenerazione della cartilagine articolare della caviglia, grazie a cellule dal potenziale rigenerativo contenute nel sangue del paziente, richiamate sulla lesione da microperforazioni dell’osso. 

Dimensione della lesione, presenza di recidiva, cioè quando la cartilagine ha dimostrato di non aver le caratteristiche per potersi rigenerare, ed età avanzata del paziente possono costituire limiti all’utilizzo della AT-Amic. Tuttavia, quando non è possibile rigenerare, noi utilizziamo microimpianti 3D custom made, di cui Humanitas San Pio X è riferimento in Italia, realizzati su TC della caviglia del paziente. Impiantata appena sotto la cartilagine proprio come fosse un tappo, la miniprotesi stimola la biorigenerazione della cartilagine e risolve il dolore da edema osseo. Nell’artrosi, la protesi di caviglia – conclude l’esperto – è l’ultima soluzione».

Ortopedia e Traumatologia

Visite ed esami

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici