Le smagliature della pelle sono uno degli inestetismi più comuni in gravidanza. Si tratta di striature che appaiono su ventre, seno, fianchi, cosce e glutei, soprattutto durante il terzo trimestre.

La loro comparsa è dovuta alla degenerazione delle fibre elastiche sottocutanee che tendono a stirarsi a tal punto da rompersi, a seguito dell’aumento di peso. Giocano un ruolo anche la predisposizione genetica, il grado di stress della pelle e l’età; con l’avanzare degli anni infatti, la pelle perde di elasticità e la comparsa delle smagliature è più probabile.

Le smagliature non sono tutte uguali: possono presentarsi come strisce, come striature lievi e frastagliate, con colori che variano dal bianco perla, al rosa, dal rosso, al violaceo. Non causano dolore, ma possono dare prurito e possono risultare fastidiose da un punto di vista estetico.

Come combattere le smagliature?

Le smagliature non si possono prevenire, ma per limitarne la comparsa e la diffusione è importante prestare attenzione al proprio stile di vita. In particolare, è consigliabile:

    • Assicurarsi una pelle idratata ed elastica per tutta la gravidanza. È bene dunque bere acqua a sufficienza, consumare frutta e verdura fresche, privilegiando gli alimenti che contengono vitamina E, B2, B3 e C, zinco e silicio, minerali e vitamine amici della pelle.
    • Contrastare la sedentarietà e muoversi il più possibile a piedi, praticando – in accordo con il ginecologo – una moderata attività fisica. Il movimento infatti migliora la circolazione e mantiene la pelle elastica.
    • È bene poi chiedere consiglio allo specialista sull’eventuale uso di creme od oli specifici. In commercio ne sono disponibili diversi, che possono essere di aiuto per mantenere la pelle elastica e idratata. Lo specialista saprà consigliare i prodotti più appropriati per il tipo di pelle e di smagliature eventualmente presenti.