In coerenza con le normative delle Autorità competenti*, dal 17 settembre è nuovamente possibile far visita ai pazienti ricoverati in Humanitas San Pio X. Per continuare a garantire la tutela della salute dei nostri pazienti, l’accesso è consentito, previa verifica da parte del personale al check-point, esclusivamente alle persone in possesso di

  • green pass
  • pass di accesso alla degenza, (ovvero del pass con indicate le generalità del paziente ricoverato e la fascia oraria di visita dedicata, che è disponibile per i visitatori alla Reception o check point in ingresso a partire dalle ore 15:00 della prima giornata di degenza.)

L’accesso è consentito ad un solo visitatore al giorno per paziente, per un massimo di 45 minuti, nei seguenti orari:

  • dalle ore 16.00 alle 16.45
  • dalle ore 17.00 alle ore 17.45

Ad ogni visitatore viene comunicata la fascia oraria di visita dedicata.

L’accesso dei visitatori al punto Nascita nei giorni seguenti al parto continua ad essere garantito per papà o un accompagnatore in fasce orarie alternate e comunicate dal personale di reparto, previa verifica da parte del personale al check-point, del green pass.

L’ingresso in ospedale non è consentito in caso di temperatura corporea uguale o superiore a 37.5° o con sintomi riconducibili a COVID-19. Inoltre, come da indicazioni Ministeriali le visite ai pazienti con infezione sospetta o accertata da virus SARS-CoV-2 non sono permesse.

Per gli accompagnatori di pazienti ricoverati per i quali è autorizzata la permanenza protratta (ad esempio notturna), in coerenza con le normative delle autorità competenti, può essere proposta l’esecuzione di test per Covid-19.

È importate continuare ad adottare tutte le misure comportamentali previste: igienizzazione delle mani e misurazione della temperatura, utilizzo della mascherina chirurgica durante la permanenza in ospedale anche nelle aree all’aperto.

* ai sensi della Legge 17 giugno 2021, n. 87° i commi 1 e 2 dell’art. 2-bis rubricato “Misure concernenti gli accessi nelle strutture sanitarie e socio-sanitarie”, modificato dall’art. 4 del Decreto legge 23 luglio 2021, n. 105 e della DGR 5181 del 6/09/2021