In occasione della Giornata Mondiale dell’Osteoporosi, il 20 ottobre Humanitas San Pio X partecipa all’iniziativa degli ospedali con i Bollini rosa per la Salute delle Ossa promossa da Fondazione Onda, l’Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere. Obiettivo dell’iniziativa è sensibilizzare le donne sull’importanza della prevenzione attraverso corretti stili di vita fin da giovanissime e un adeguato introito di calcio e vitamina D, con l’alimentazione equilibrata e adeguata, e sulla prevenzione precoce con gli esami strumentali e di laboratorio. 

Per tutto il giorno, gli esperti di Humanitas San Pio X saranno disponibili, su prenotazione, per visite reumatologiche ed esami gratuiti con MOC e prelievi del sangue* per l’analisi del metabolismo osseo.

Posti liberi terminati

Osteoporosi: si può prevenire, rallentare e curare

L’osteoporosi è una malattia silente e asintomatica che porta le ossa a “svuotarsi” in modo progressivo con l’età, in presenza di malattie croniche e/o oncologiche, con l’assunzione di alcune classi di farmaci e per stili di vita non corretti. La riduzione della massa minerale (osteopenia) aumenta la fragilità dell’osso e, di conseguenza, anche il rischio di fratture spontanee o a seguito di traumi di minima entità.m

In menopausa soffrono di osteoporosi oltre 9 donne su 10: il fatto che sia una patologia così frequente non significa che non si possa prevenire con esami specifici e consigli adeguati sulla base dei fattori di rischio individuali e del metabolismo osseo. Come affermano gli esperti, infatti, è più efficace la prevenzione dell’osteoporosi che ripristinare la densità ossea una volta perduta.

Quali sono gli esami e i consigli per l’osteoporosi?

Sano stile di vita, con attività fisica all’aperto e alimentazione equilibrata ricca di calcio, contribuiscono a mantenere le ossa sane e forti, e prevenire la riduzione della densità ossea. In presenza di fattori di rischio non riconducibili allo stile di vita (menopausa, malattie, eccetera), è possibile identificare il personale rischio a sviluppare osteoporosi con la MOC con tecnica DEXA che valuta il rischio dell’insorgenza di fratture causate dalla osteopenia.

Se diagnosticata precocemente grazie ad esami strumentali che misurano la densità minerale ossea (MOC – DEXA) ed esami di laboratorio (prelievo di sangue) per la valutazione del metabolismo osseo, l’osteoporosi può essere controllata, gestita e monitorata, evitando che la malattia progredisca fino ad arrivare a provocare fratture e microfratture.

*per i prelievi del sangue, è necessario presentarsi a digiuno.