COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 6951 1
PRENOTAZIONE SSN
+39 02 6951 6000

LUNEDì – VENERDì
dalle 10.30 alle 12.00 e dalle 14 alle 16.30
SABATO CHIUSO

PRENOTAZIONE PRIVATI, ASSICURATI, CONVENZIONATI
+39 02 69 51 7000

LUNEDì – VENERDì
dalle 8.00 alle 19.00
SABATO - dalle 08.00 alle 13.00

PRENOTAZIONE PRELIEVI
02 69517000

Dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00

HUMANITAS PER LEI
+39 02 69 51 5151

Dal lunedì al venerdì
Privati, Assicurati e Convenzionati
dalle 9 alle 17

SSN dalle 10:30 alle 17

CENTRO PRIMO INTERVENTO ORTOPEDICO

Dal lunedì alla domenica
Dalle 8.00 alle 20.00

+39 02 69 51 5555

Il servizio è effettuato in regime privato.

Tunnel carpale, lo sai qual è il sintomo tipico?

Il tunnel carpale è probabilmente la patologia più comune che colpisce uomini e donne. Alcuni pensano che il sintomo tipico di questa patologia sia il dolore a polso e pollice, altri il formicolio alle dita, altri ancora un mix di dolore e formicolio anche di notte. Qual è il sintomo a cui prestare attenzione? Abbiamo rivolto la domanda al dottor Giorgio PivatoResponsabile della Chirurgia della Mano e Microchirurgia Ricostruttiva.

Il primo sintomo

«Il formicolio alle dita della mano è il sintomo più tipico del tunnel carpale, quello che deve far accendere un campanello d’allarme e rivolgersi a uno specialista il prima possibile. E’ vero che le cause di formicolio alle dita delle mani possono essere diverse e talvolta transitorie – dice l’esperto -, come per esempio il formicolio legato ad una errata e prolungata postura delle mani durante le ore notturne. Il formicolio è causato dalla diminuzione dell’arrivo di sangue al nervo, con conseguente sofferenza dello stesso. Generalmente tale situazione si crea a seguito di un’infiammazione dei tendini flessori, che aumentando il loro volume, riducono lo spazio a disposizione del nervo: si tratta cioè di un vero e proprio “conflitto meccanico».

Tunnel carpale, tutore o intervento?

«Per capire se la soluzione è conservativa, ovvero non chirurgica, oppure serve l’intervento è necessario valutare il caso del singolo paziente durante la visita specialistica – prosegue il dottor Pivato – In ogni caso, la soluzione conservativa con il tutore è una terapia che può dare risultati soddisfacenti se il tutore è personalizzato e l’esame elettromiografico non mostra segni di grave sofferenza del nervo. Infatti, non esistono tutori che vanno bene per tutte le mani e quindi standard, ma ogni mano e ogni gesto della mano ha caratteristiche uniche. Pertanto, i tutori efficaci per ridurre i sintomi devono essere realizzati e confezionati in base alla mano del paziente, per lo specifico problema e su indicazione dello specialista, con materiali leggeri e traspiranti».

Lo specialista riceve anche presso il centro Humanitas Medical Care di via Murat 13, a 450 metri dall’Ospedale. La struttura dispone di un ampio parcheggio nelle vicinanze a disposizione del paziente. Come raggiungere il centro clicca qui

Chirurgia Plastica e Ricostruttiva
I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici