COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 6951 1
PRENOTAZIONE SSN
+39 02 6951 6000

LUNEDì – VENERDì
dalle 10.30 alle 12.00 e dalle 14 alle 16.30
SABATO CHIUSO

PRENOTAZIONE PRIVATI, ASSICURATI, CONVENZIONATI
+39 02 69 51 7000

LUNEDì – VENERDì
dalle 8.00 alle 19.00
SABATO - dalle 08.00 alle 13.00

PRENOTAZIONE PRELIEVI
02 69517000

Dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00

HUMANITAS PER LEI
+39 02 69 51 5151

Dal lunedì al venerdì
Privati, Assicurati e Convenzionati
dalle 9 alle 17

SSN dalle 10:30 alle 17

CENTRO PRIMO INTERVENTO ORTOPEDICO

Dal lunedì alla domenica
Dalle 8.00 alle 20.00

+39 02 69 51 5555

Il servizio è effettuato in regime privato.

Terapia con radiofrequenza quadripolare dinamica


Disturbi e patologie vulvo-vaginali associati alla secchezza vaginale, chiamata atrofia vulvo-vaginale, possono comparire in tutte le donne, in diverse fasi della vita. Secchezza, prurito, bruciore, dolore nei rapporti sessuali, perdita di trofismo sono sintomi che possono essere associati anche a incontinenza urinaria da stress, ovvero una lieve perdita di urina causata da un colpo di tosse o uno starnuto. Tra i trattamenti per l’atrofia vulvo-vaginale che possono essere prescritti dallo specialista ginecologo, la tecnologia più innovativa è la terapia con radiofrequenza quadripolare dinamica che permette di alleviare i sintomi della sindrome genito-urinaria in menopausa (fisiologica o iatrogena) anche nelle donne in terapia oncologica per il tumore alla mammella, e nel post parto.

Come funziona la radiofrequenza quadripolare dinamica?

La radiofrequenza quadripolare dinamica utilizza onde ad energia termica, cioè che sviluppano calore in modo controllato e intermittente, per favorire contemporaneamente la rigenerazione delle cellule dei tessuti degli strati epiteliali e subepiteliali della vagina e della vulva, e la porazione, ovvero l’assorbimento locale di sostanze bioattive o acido ialuronico, nei tessuti vulvari.

Rigenerazione vulvo-vaginale: ripristina il trofismo dei tessuti vulvari, stimola la produzione di collagene ed elastina, migliora l’elasticità e la compattezza del canale vaginale, con benefici funzionali e anche estetici.

Porazione: permette di aumentare la permeabilità delle membrane cellulari a terapie locali e quindi aumentare anche l’efficacia del trattamento contro l’atrofia vulvo-vaginale.

Quando è indicata?

Il trattamento terapeutico con radiofrequenza quadripolare dinamica è indicata nei casi di atrofia e lassità vulvo-vaginale post parto vaginale, in premenopausa e menopausa fisiologica (età) o indotta (da chirurgia o farmaci) come nelle pazienti oncologiche, in particolare in trattamento per il tumore alla mammella, incontinenza urinaria da stress (perdite di urina con colpi di tosse, starnuti, ecc), dolore nei rapporti sessuali.

È un trattamento doloroso?

In genere, il trattamento della durata di circa 20 minuti, è completamente indolore, non è necessario usare né anestesia locale né creme anestetiche. Le donne con grave atrofia vulvare possono provare un modesto  fastidio alla prima seduta , che scompare già dalla seconda. In tutti i casi, se durante il trattamento il calore intermittente risultasse fastidioso, la paziente ha il controllo totale del trattamento grazie al sistema Biofeedback che le permette di interrompere il trattamento in caso di disagio.

Ci sono controindicazioni?

Le controindicazioni alla terapia con radiofrequenza quadripolare dinamica riguardano le donne con tumori ginecologici e urologici solo per la mancanza di studi in questo gruppo particolare di donne.

Cosa serve per la terapia per l’atrofia vaginale con radiofrequenza quadripolare?

Per poter accedere alla terapia per i sintomi di atrofia vaginale è necessaria la visita ginecologica. Sulla base della valutazione del ginecologo o sessuologo, lo specialista prescrive la terapia che verrà effettuata in ambulatorio dall’ostetrica. In genere sono necessarie 4 sedute, una ogni due settimane con un eventuale seduta di mantenimento ogni 4-6 mesi.

Quali sono i benefici della terapia con radiofrequenza quadripolare?

La terapia con radiofrequenza quadripolare dinamica permette di alleviare i sintomi della Sindrome Genito-Urinaria associata alla menopausa fisiologica o iatrogena (indotta da terapie), e nel processo di ripristino del trofismo vulvo-vaginale grazie all’incremento dell’idratazione, alla riattivazione del microcircolo locale, alla stimolazione delle cellule a produrre collagene ed elastina.

Unità Operative