COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Centralino
+39 02 6951 1
PRENOTAZIONE SSN
+39 02 6951 6000

LUNEDì – VENERDì
dalle 10.30 alle 12.00 e dalle 14 alle 16.30
SABATO CHIUSO

PRENOTAZIONE PRIVATI, ASSICURATI, CONVENZIONATI
+39 02 69 51 7000

LUNEDì – VENERDì
dalle 8.00 alle 19.00
SABATO - dalle 08.00 alle 13.00

PRENOTAZIONE PRELIEVI
02 69517000

Dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00

HUMANITAS PER LEI
+39 02 69 51 5151

Dal lunedì al venerdì
Privati, Assicurati e Convenzionati
dalle 9 alle 17

SSN dalle 10:30 alle 17

CENTRO PRIMO INTERVENTO ORTOPEDICO

Dal lunedì alla domenica
Dalle 8.00 alle 20.00

+39 02 69 51 5555

Il servizio è effettuato in regime privato.

Alimentazione e donne in menopausa: come può aiutare?

Spesso sottovalutata e vissuta in maniera sofferta, la menopausa è un momento molto delicato e importante nella nella vita della donna. In genere si manifesta intorno ai 50 anni e si parla di menopausa precoce quando compare sotto i 40 anni, oppure tardiva quando non compare prima dei 53 anni.

I cambiamenti a livello del corpo sono molti, dalla progressiva cessione delle mestruazioni, al diverso funzionamento del metabolismo e al possibile aumento di peso. In tutto questo, le modifiche sullo stile di vita, dall’alimentazione all’attività fisica, sono molto importanti per accompagnare la donna nel percorso della menopausa.

Ne abbiamo parlato con la dottoressa Maria Bravo, Biologa Nutrizionista di Humanitas San Pio X.

Estrogeni, gli effetti sul metabolismo

«Aumento del peso e distribuzione del tessuto adiposo nella zona addominale sono segni caratteristici dei cambiamenti metabolici – spiega la specialista – dovuti al crollo della produzione di estrogeni. Oltre a queste evidenze, il calo di estrogeni è responsabile anche della riduzione del controllo dei livelli di colesterolo LDL nel sangue. Questa condizione, unita all’aumento di peso e al rallentamento del metabolismo, possono aumentare il rischio di sviluppare patologie cardiovascolari (infarto cardiaco, ictus cerebrale, ipertensione) che rappresentano la maggior causa di morte nelle donne in menopausa»

Come intervenire con l’alimentazione

«Le abitudini alimentari sono importanti perché possono essere modificate in qualunque momento e migliorano lo stato di salute generale – continua l’esperta -. In particolare, sembra che per le donne in menopausa possa essere utile limitare l’apporto calorico della dieta, e soprattutto limitare il consumo di alimenti con elevate quantità di grassi saturi che possono aumentare i livelli di colesterolo LDL nel sangue e portare a rischi cardiovascolari anche gravi.

Lo stile alimentare migliore dovrebbe essere basato sulla dieta mediterranea, quindi ricco di cereali integrali, legumi, frutta, verdura, olio extravergine di oliva, frutta secca e povero di grassi e proteine di origine animale. Importante è, inoltre, avere un giusto apporto di vitamina K, vitamina D, beta carotene, calcio, magnesio e selenio. Oltre all’alimentazione, anche l’esercizio fisico regolare, in base alle proprie caratteristiche, è molto importante per le donne in menopausa, specie se si trovano in condizione di obesità o sovrappeso.

Questo, non solo può aiutare ad affrontare la menopausa con più serenità ed accettare meglio i cambiamenti che subisce il corpo, ma anche allontanare il rischio di sviluppare problematiche a livello metabolico e cardiovascolare. Infine – conclude la dottoressa Bravo – dobbiamo ricordare che ogni donna è diversa, e la menopausa non si presenta allo stesso modo per tutte. Sebbene le linee per mantenere o recuperare il benessere durante questo delicato periodo abbiano una valenza generale, ogni donna dovrebbe consultare il proprio ginecologo e il proprio nutrizionista per ricevere i consigli e le indicazioni adeguate alla propria condizione»

Scienze dell'Alimentazione e Nutrizione Umana

Visite ed esami

I numeri di Humanitas
  • 2.3 milioni visite
  • +56.000 pazienti PS
  • +3.000 dipendenti
  • 45.000 pazienti ricoverati
  • 780 medici