Una buona postura in gravidanza è fondamentale fin dai primi mesi e si rende sempre più necessaria con la crescita della pancia: occorrerà infatti imparare ad alzarsi, stare sedute, mantenere la posizione eretta e camminare cercando di non gravare sulla colonna vertebrale. Il mal di schiena infatti è uno dei disturbi più comuni in gravidanza e l’assunzione di una corretta postura può contribuire a limitarlo. I consigli del dottor Alessandro Bulfoni, Responsabile in Ostetricia e Ginecologia di Humanitas San Pio X.

In piedi

Quando si sta in piedi è importante distribuire il peso su entrambi i piedi, da tenere leggermente divaricati, mantenere ginocchia e testa dritta, immaginando che questa sia tirata verso l’alto da un filo, mento in dentro e spalle e petto in fuori. Le spalle ben dritte aiutano anche a sorreggere il seno, che con il procedere della gravidanza aumenta di volume e dunque di peso. Il bacino deve essere leggermente in retroversione. È bene poi prestare attenzione alla scelta delle scarpe: è importante che siano dotate di un minimo di arco plantare (meglio evitare quindi le scarpe come le ballerine, dalla suola del tutto piatta) e un po’ di rialzo, ma senza esagerare con il tacco.

Alzarsi e sedersi

Quando ci si alza in piedi sollevandosi da una sedia, è consigliabile farlo spostandosi dapprima nella parte anteriore della sedia, con i piedi paralleli e leggermente distanziati sul pavimento e distribuendo così il peso in maniera uniforme, soprattutto nel III° trimestre).

Quando si è seduti invece, è bene tenere la schiena dritta e le spalle indietro, tenendo presente che i glutei dovrebbero toccare la parte posteriore della sedia. È possibile porre un piccolo cuscino nella zona lombare per rendere la seduta più comoda.

In auto è obbligatorio mettere la cintura di sicurezza sopra e sotto il pancione, regolando il sedile di guida in maniera confortevole e sicura.

A letto

Anche a letto occorre trovare la giusta posizione per dormire in maniera comoda, con il progredire della gravidanza probabilmente bisognerà rinunciare alla posizione che si assume di solito per trovarne una che sia adeguata alla presenza del pancione. È indicata la posizione sul fianco, meglio il sinistro per favorire il ritorno venoso,  magari con un cuscino sotto la pancia e uno tra le ginocchia; particolarmente utile in questo senso si rivelano gli appositi cuscini da gravidanza (ma che può essere utilizzato anche durante l’allattamento grazie alla sua versatilità), capaci di sostenere tutto il corpo.

Non esagerare con i pesi

In gravidanza è bene limitare gli sforzi e non sollevare pesi eccessivi. È consigliabile comunque assumere una corretta postura nel sollevare gli oggetti posti al di sotto del proprio bacino, piegando le ginocchia e mantenendo la schiena dritta. Anche nello spostamento di oggetti posti più in alto occorre una certa cautela, è sempre bene utilizzare due mani e appoggiarsi su superfici stabili perché l’equilibrio può essere più difficile da mantenere a causa dell’incremento del peso e dell’ingombro dell’addome grande.