Essere donna è un vantaggio da difendere e conquistare con l’impegno individuale alla salute e alla prevenzione. Ad esempio, fino alla menopausa, le donne sono aiutate dalla protezione ormonale nei confronti delle malattie cardiovascolare, mentre gli uomini possono soffrirne anche in giovane età. Nell’età della premenopausa (intorno ai 40-42 anni) e della menopausa, possono comparire disturbi da non sottovalutare a carico di cuore, tiroide, utero e cervice, seno, intestino, pelle, apparato muscolo scheletrico, sistema endocrino (ormoni) che possono influenzare la qualità della vita in questa fase della vita della donna. Gli specialisti affrontano ogni tematica della menopausa e premenopausa con un approccio multidisciplinare e globale alla salute della donna.  

Checklist degli esami e visite

Visita ginecologica: almeno una volta all’anno o tutte le volte che è necessario in caso di perdite vaginali anomale, disturbi o dolore durante i rapporti sessuali, con ecografia transvaginale anche per la prevenzione dei tumori ginecologici. HPV-Dna test e Pap Test ogni 2-3 anni, o secondo i risultati e le indicazioni del ginecologo, per la prevenzione del cancro della cervice uterina.

Visita senologica: una volta all’anno, con ecografia e mammografia, o come indicato dal medico in base al rischio individuale. Le donne dai 50-55 anni in su si possono effettuare la mammografia ogni due anni.

Colonscopia: si raccomanda lo screening dai 50 anni, prima se si ha una storia familiare di cancro al colon. Per le donne senza una storia di cancro al colon, è generalmente raccomandato di fare una colonscopia ogni 10 anni dopo lo screening iniziale.

Visita cardiologia: almeno una volta all’anno o secondo necessità, specie se c’è una storia familiare di malattie cardiache. Insieme alla visita cardiologica che include sempre l’ECG, dovrebbero essere eseguiti anche esami del sangue di routine e screening dei lipidi, glicemia, colesterolo, trigliceridi, eccetera almeno una volta all’anno o ogni volta il medico lo ritenga necessario, e misurazione della pressione sanguigna.

Screening del cancro ai polmoni: anche per ex fumatrici, dai 55 anni in su è importante sottoporsi agli esami di prevenzione del cancro ai polmoni.

Controllo della tiroide: in questo periodo della vita della donna possono svilupparsi malattie della tiroide come ipotiroidismo e ipertiroidismo, gozzo e noduli tiroidei. Il controllo si effettua con l’ecografia endocrinologica.

Visita dermatologica (mappatura nei): una volta all’anno, più frequentemente se c’è una storia familiare di melanoma o l’abitudine di esposizione prolungata al sole.

Visita oculistica per la prevenzione della cataratta: la cataratta, tra tutte le patologie oculari, è la più frequente e comune. Può avere un esordio precoce già dai 40-45 anni con riduzione della vista. In genere, intorno ai 50 anni è fisiologico che il cristallino inizi a indurirsi, ma alcune situazioni (traumi, diabete, farmaci cortisonici) possono accelerare il processo.