Il 17 settembre di ogni anno si celebra la “Giornata Mondiale della Sicurezza delle Cure e dei Pazienti”. Per l’anno 2021, il focus proposto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità è quello della sicurezza materna e neonatale. 

Humanitas San Pio X ha a cuore la sicurezza delle cure materne e neonatali, e dall’inizio della pandemia ha incrementato i percorsi al parto sicuro nel Punto Nascita e in Neonatologia. In occasione di questa ricorrenza, parliamo di sicurezza delle cure di mamma e neonato con il dottor Fabrizio Ciralli, responsabile di Neonatologia e Pediatria di Humanitas San Pio X e il dottor Alessandro Bulfoni, responsabile di ostetricia e ginecologia di Humanitas San Pio X.

E per la sicurezza del neonato, con i consigli dei nostri esperti abbiamo realizzato  l’ABC della sicurezza con la mappa interattiva dei luoghi di casa a cui prestare attenzione per prevenire ed evitare incidenti domestici  

Perchè parlare della sicurezza delle cure per mamma e bambino?

La gravidanza e il parto sono momenti importanti nella vita della donna che programma o desidera avere un bambino. «In questo periodo, la sicurezza delle cure si associa alla prevenzione del contagio da virus responsabile di COVID. Ma se da una parte l’assistenza sanitaria è e deve continuare ad essere preparata con professionisti competenti nella gestione delle situazioni che potrebbero mettere a rischio la salute di mamma e bambino – dicono il dottor Bulfoni e la dottoressa Montefusco -, dall’altra anche la donna può fare molto adottando comportamenti adeguati a tutela della propria gravidanza, della salute e del benessere proprio e del nascituro. Un esempio l’assunzione di acido folico prima del concepimento, le visite ginecologiche e gli esami di diagnosi prenatale raccomandati. In questo modo, operatori sanitari e future mamme diventano alleati».

Per mamma e neonato la sicurezza nel Punto Nascita

Il Punto Nascita di Humanitas San Pio X è dotato di 4 sale parto, 1 sala dedicata al parto cesareo e 1 sala operatoria adiacente alle sale parto per eventuali emergenze, oltre a una terapia intensiva per la donna, adiacente alle sale parto, gestita da rianimatori. Nelle sale parto e sale operatorie del Punto Nascita sono sempre presenti h24 due ginecologi, l’anestesista per rispondere tempestivamente alle richieste di gestione del dolore della donna. Al momento del parto sono sempre presenti il ginecologo, l’anestesista, il medico neonatologo, l’ostetrica e l’infermiera pediatrica. 

«La sicurezza delle cure in sala parto è affidata alle mani e alle competenze degli operatori sanitari nella gestione degli eventi ostetrici che possono insorgere in sala parto – prosegue il dottor Ciralli -. La presenza di un medico neonatologo, ostetrica e infermiera pediatrica favorisce l’immediata valutazione del bambino nato da parto cesareo e del bambino nato da parto eutocico: in entrambi i casi, se il bambino presenta le caratteristiche di stato di salute ottimale (pianto vigoroso, tono muscolare), viene favorito l’immediato contatto “pelle a pelle” che promuove l’allattamento e la montata lattea, oltre al rapporto mamma-bambino. Mamma e bambino vengono monitorati per circa due ore prima del rooming-in, dove il neonatologo, assistito dal personale infermieristico pediatrico, ogni giorno visita il bambino e discute con la mamma di eventuali dubbi». 

Abc della sicurezza in casa: i consigli degli esperti del Punto Nascita

Prima di tornare a casa, è importante preparare tutto per accogliere in sicurezza il bimbo. Ricorda che dai 5-6 mesi il bambino inizia a muoversi a scatto e spingendosi, dal 6° mese comincia a gattonare, girarsi dalla posizione prona a supina ed afferrare gli oggetti con le mani; dai 9 mesi inizia a sollevarsi aggrappandosi e afferrare oggetti di piccole dimensioni, mentre dai 12 mesi cammina da solo o aiutato, sta seduto senza appoggio, usa con maggiore abilità le mani ed è in grado di smontare scatole e altri piccoli oggetti. Per la sua sicurezza, segui l’ABC della sicurezza in casa con la mappa interattiva dei luoghi della casa più a rischio e i consigli degli esperti del Punto Nascita di Humanitas San Pio X.