Centro del Pavimento Pelvico

Il Centro Multidisciplinare del Pavimento Pelvico di Humanitas San Pio X è costituito da una équipe multidisciplinare che fornisce ai pazienti che soffrono di disturbi del pavimento pelvico programmi mirati alla diagnosi e alla cura delle patologie degli organi pelvici.

Le patologie del pavimento pelvico colpiscono prevalentemente le donne in fasce di età variabili, ma anche gli uomini. Si presentano con diversi sintomi quali ritenzione urinaria, incontinenza, prolasso di vescica, di utero e di retto in varia combinazione, e disordini della defecazione quali stipsi e incontinenza fecale, dolore pelvico cronico. Con questi sintomi è consigliato rivolgersi per prima cosa allo specialista di riferimento per le patologie del pavimento pelvico prenotando una Visita Proctologica con uno dei medici proctologi che fanno parte del Centro Multidisciplinare del Pavimento Pelvico. Dopo aver inquadrato il problema, per la prosecuzione dell’iter diagnostico-terapeutico lo specialista prescriverà le indagini strumentali e le visite specialistiche più opportune per la risoluzione delle problematiche.

Obiettivo principale del Centro del Pavimento Pelvico è quello di mettere al centro dell’attenzione la/il paziente e offrire loro un percorso diagnostico-terapeutico e riabilitativo integrato e condiviso tra gli specialisti delle varie branche tutti presenti nel Centro: chirurgo proctologo/colorettale, uroginecologo, urologo, specialista in terapia del dolore e specialista della riabilitazione.

Attività del Centro del Pavimento Pelvico

Obiettivo principale del Centro del Pavimento Pelvico è quello di mettere al centro dell’attenzione la donna e offrirle un percorso diagnostico-terapeutico integrato e condiviso tra gli specialisti delle varie branche.

I punti di forza del Centro sono:

• approccio multidisciplinare polispecialistico: tutte le specialità coinvolte sono rappresentate nel Centro.
• completezza del percorso diagnostico-terapeutico.
• percorso riabilitativo dedicato
• formazione continua del personale.

Percorso diagnostico

Il percorso di diagnosi prevede l’inquadramento dei sintomi e la visita da parte dello specialista di branca che prescrive accertamenti clinico-strumentali atti ad individuare la presenza di prolasso o di alterazioni della continenza o della funzione urinaria o evacuativa.
I percorsi diagnostico-terapeutici vengono condivisi tra i vari specialisti e al termine del percorso, il paziente viene valutato da un team multidisciplinare costituito da Chirurgo Colorettale, Uroginecologo, Urologo, Specialista in terapia del dolore e Specialista della Riabilitazione presso l’Ambulatorio Multidisciplinare del Pavimento Pelvico, dove viene posta la decisione terapeutica condivisa.

Diagnostica Specialistica

Gli esami diagnostici specialistici attualmente disponibili presso Humanitas San Pio X sono i seguenti:

• Ecografia endo-anale ed endo-rettale con sonda rotante e ricostruzione tridimensionale
Manometria Ano-Rettale
• Ano e Rettoscopia
• Colonscopia diagnostica ed operativa
• Colonscopia virtuale o Colon-TAC
• Rx Colpo-Cisto-Defecografia/Pelvigrafia
• Rx Clisma Opaco
• Rx Uretro-Cistografia
• Rx Fistolografia
• Uretrocistoscopia con strumento flessibile
• Ecografia apparato urinario
• Ecografia prostatica trans-rettale
• Esame urodinamico completo
• Uroflussometria
• EMG (ElettroMioGrafia) perineale, Riflessi Sacrali e PESS (Potenziali Evocati Somato-Sensoriali) del nervo pudendo

Ambulatori Specialistici

Ambulatorio di Chirurgia Proctologica

Visita di Chirurgia Colo-Rettale e Proctologica: è l’esame da parte di uno Specialista Chirurgo. Durante la visita si raccolgono informazioni sulla storia clinica personale e familiare del paziente, valutando gli eventuali fattori di rischio. La visita consiste in un attento esame clinico mirato alla regione addominale e pelvi-perineale, cui segue l’indicazione a ulteriori accertamenti in caso di sospette patologie, o a controlli periodici in caso di referti normali.

I pazienti che si rivolgono al nostro ambulatorio sono tipicamente affetti da una o più delle seguenti affezioni:

• Prolasso del retto
• Prolasso genitale e uro-genitale
• Prolasso della vescica
• Incontinenza fecale e difetti sfinteriali
• Incontinenza urinaria e disturbi della minzione
• Stipsi da ostruita defecazione
• Stipsi cronica idiopatica
• Anismo
• Dolore Pelvico Cronico
• Malattie croniche intestinali (per queste patologie Rozzano ha un centro dedicato)
• Sindrome emorroidaria
• Ragade anale
• Fistole anali complesse
• Fistole retto-vaginali
• Fistole da Morbo di Crohn
• Neoplasie del Colon e del Retto
• Neoplasie del Canale Anale
• Neoplasie dell’appendice
• Malattia diverticolare.

È stato inoltre recentemente istituito l’Ambulatorio Stomizzati: il paziente che subisce una deviazione intestinale o urinaria richiede attenzione specialistica, soprattutto all’inizio del percorso o nel caso di complicazioni. Il paziente portatore di stomia intestinale o urinaria, temporanea o definitiva, trova nel nostro ambulatorio assistenza competente e personale in grado di formare il paziente all’autogestione della stomia, nonché un supporto per le pratiche burocratiche inerenti.

Ambulatorio di Uroginecologia

Visita di Ginecologia-urologica: è l’esame da parte di uno Specialista che è esperto sia in Ginecologia che in Urologia femminile. Durante la visita si raccolgono informazioni sulla storia clinica personale ( gravidanze, interventi ginecologici e urologici) e familiare della paziente, valutando gli eventuali fattori di rischio. La visita consiste in un attento esame clinico mirato alla regione genitale, pelvica e pelvi-perineale, con eventuale ecografia pelvica trans-vaginale e trans-perineale, cui segue l’indicazione a ulteriori accertamenti in caso di sospette patologie, o a controlli periodici in caso di referti normali.

I pazienti che si rivolgono al nostro ambulatorio sono tipicamente affetti da una o più delle seguenti affezioni:

• Prolasso genitale e uro-genitale
• Rilassamento della muscolatura pelvica dopo il parto
• Incontinenza urinaria e disturbi della minzione
• Vescica ipoattiva o iperattiva
• Ritenzione urinaria
• Esiti di patologie neurologiche coinvolgenti l’apparato urinario
• Cistiti recidivanti
• Vulvo-vaginiti croniche
• Dolore pelvico cronico
• Dispareunia ( dolore durante i rapporti sessuali)
• Patologie uro-ginecologiche della donna anziana.

Ambulatorio di Urologia

La visita urologica consiste in un controllo medico svolto dall’urologo, che è il medico specialista nello studio e nella cura delle patologie dell’apparato urinario. Nella prima fase si raccoglie l’anamnesi (ossia informazioni sulla storia clinica del paziente, sul suo stile di vita e sulla possibile familiarità di patologie urologiche), mentre nella seconda fase si esegue un attento esame fisico mirato in particolar modo alle logge renali, al basso addome e ai genitali esterni, accompagnato da un’esplorazione vaginale nella donna e da un’esplorazione rettale nell’uomo, cui segue l’indicazione ad eventuali ulteriori esami (tra i quali l’esame urodinamico è di particolare interesse per il pavimento pelvico).

L’obiettivo della visita urologica è quello di diagnosticare, escludere o monitorare affezioni di natura urologica, come:

• Ipertrofia prostatica e prostatiti
• Infezioni e calcolosi delle vie urinarie
• Incontinenza urinaria
• Prolasso uro-genitale
• Stenosi dell’uretra
• Neoplasie del rene
• Neoplasie dell’alta via escretrice e della vescica
• Neoplasie della prostata
• Neoplasie dei genitali maschili
• Patologie non neoplastiche dei genitali maschili
• Disturbi legati alle funzioni sessuali

Ambulatorio di Urodinamica

L’esame urodinamico è un esame che studia le funzioni della vescica e dello sfintere uretrale e le eventuali alterazioni che si presentano in diverse patologie urologiche, ginecologiche, coloproctologiche e neurologiche.

L’ambulatorio di urodinamica fornisce le seguenti procedure diagnostiche:

• Uroflussometria
• Profilo pressorio uretrale statico e dinamico
• Studio pressione/flusso

Ambulatorio del Dolore Pelvico e Perineale

Visita di Medicina del Dolore: la valutazione avviene da parte di uno Specialista di Fisiopatologia e Terapia del Dolore e Specialista in neurologia. Durante la visita si raccoglie la storia del dolore con particolare riguardo all’esordio, all’andamento nel tempo, ai fattori allevianti ed esacerbanti. Si prenderanno in esame la qualità del dolore, l’intensità, l’impatto sulla qualità di vita e la risposta ai trattamenti tentati. La visita consiste in un esame clinico mirato della regione del dolore per valutare la presenza di alterazioni neurologiche o punti dolenti alla palpazione con l’intento di differenziare il dolore in nocicettivo o neuropatico. Tutto questo permetterà l’impostazione della strategia terapeutica (farmacologica e non) il più possibile mirata al meccanismo fisiopatologico del dolore. Seguiranno indicazioni ad ulteriori accertamenti, se necessari.
I pazienti che si rivolgono al nostro ambulatorio hanno dolore acuto o cronico (durata > di tre mesi), di qualsivoglia eziologia, nel distretto pelvico-perineale.

Ambulatorio di Riabilitazione del Pavimento Pelvico.

La valutazione avviene da parte di una figura professionale sanitaria esperta in Riabilitazione del Pavimento Pelvico, fisioterapista o ostetrica.
Obiettivi specifici della riabilitazione sono la prevenzione e/o terapia dell’incontinenza urinaria e delle turbe della statica pelvica, la prevenzione e/o terapia delle disfunzioni ano-rettali e stipsi e, non ultima, la positiva ripercussione sulla qualità della vita sessuale femminile e maschile.

La Riabilitazione del Pavimento Pelvico consta delle seguenti attività:

Chinesiterapia (CPP); si fonda sull’esercizio terapeutico dei muscoli del piano perineale attraverso tre fasi sequenziali:

  • Presa di coscienza della muscolatura
  • Rinforzo del tono muscolare
  • Training volto all’automatizzazione dell’attività perineale durante gli atti di vita quotidiana

Biofeeback (BFB); la tecnica di biofeedback prevede gli stessi esercizi di contrazione o rilassamento perineale, ma si avvale di un computer che permette la conversione di un segnale biologico riferito a funzioni somatiche o viscerali, esempio la contrazione muscolare, in un segnale acustico e/o visivo. Sul monitor il paziente vede il grafico del proprio lavoro muscolare, poiché ad ogni contrazione o rilassamento si forma un tracciato che ne indica l’intensità e la durata. La conversione è istantanea, accurata e quantitativamente proporzionale alla risposta generata e consente al paziente di divenire cosciente di queste funzioni, con la possibilità di modificare volontariamente una risposta inadeguata.

Elettrostimolazione funzionale (SEF); si è rivelata essere un mezzo molto efficace per la presa di coscienza del pavimento pelvico e rappresenta un’importante componente del progetto riabilitativo. Vengono utilizzati programmi di rinforzo della muscolatura sia tonica che fasica.
Stimolazione del nervo tibiale posteriore (PTNS): Lo scopo di questa stimolazione è quello di neuromodulare il nervo pudendo, attraverso una stimolazione retrograda (nervo tibiale posteriore-nervo sciatico-nervo pudendo), al fine di ottenere un’azione positiva sulla sintomatologia vescicale. La stimolazione elettrica del tibiale posteriore può essere effettuata utilizzando elettrodi transcutanei o percutanei.

Servizio di Gastroenterologia ed Endoscopia

Il Servizio di Gastroenterologia ed Endoscopia effettua prestazioni strumentali di endoscopia e visite specialistiche sia per pazienti ambulatoriali, che per pazienti degenti in DH o in ricovero ordinario, sia in regime di accreditamento con il SSN che in solvenza. Presso il Servizio vengono eseguite procedure endoscopiche sull’apparato digerente superiore e inferiore, sulle vie biliari, su trachea e bronchi; tutte le procedure possono essere diagnostiche o operative a seconda che vengano espletate per propositi di diagnosi o per la cura di alcune malattie. Le manovre terapeutiche che possono essere eseguite in endoscopia includono la rimozione di polipi, la dilatazione di tratti stenotici, il posizionamento di endoprotesi, la vaporizzazione laser di lesioni endoluminali, l’estrazione di calcoli dalla via biliare, il trattamento delle fonti di emorragia. Oltre alle attività strumentali, i medici del Servizio svolgono visite mediche specialistiche, prevalentemente mirate alla diagnosi e alla terapia in ambito gastroenterologico.

Il Servizio partecipa al programma di “Screening dei tumori del colon e del retto” coordinato dalla ASL Città di Milano. Le prestazioni erogate nell’ambito del Centro del Pavimento Pelvico comprendono:

Rettosigmoidoscopia e Colonscopia per lo studio del grosso intestino, dal retto al cieco e all’ultima ansa ileale
Enteroscopia con video capsula per l’esplorazione della superficie mucosa del piccolo intestino

Ambulatorio Multidisciplinare del Pavimento Pelvico

È l’elemento di vera novità del nostro Centro. Dopo essere stati visitati nell’ambulatorio specialistico, dove viene inquadrato inizialmente il problema e vengono prescritti gli accertamenti necessari secondo un precorso diagnostico-terapeutico condiviso, le pazienti con patologia polidistrettuale vengono avviate presso l’Ambulatorio Multidisciplinare del Pavimento Pelvico, dove vengono visitate da un collegio multidisciplinare formato da almeno tre specialisti che inquadrano il problema clinico e decidono il successivo programma di cura, sia esso riabilitativo, di terapia medica o di intervento chirurgico.

Questo approccio multidisciplinare è il reale punto di forza per una corretta pianificazione diagnostica e terapeutica che garantisce alle pazienti la migliore possibilità di cura ed in tempi brevi. Di fondamentale e uguale importanza durante tutto l’iter è il rapporto medico-paziente in cui informazione, comunicazione e condivisione sono elementi fondamentali per ogni atto diagnostico, terapeutico e di follow up.
Le pazienti potranno così sapere quando è indicata la riabilitazione o la chirurgia, che potrà a seconda dei casi essere eseguita per via perineale o addominale, laparoscopica o robotica: ogni caso viene vagliato individualmente dagli specialisti, con un responso personalizzato. Il servizio è disponibile sia con il Servizio Sanitario Nazionale, sia in convenzione con gli Enti Assicurativi, sia in regime di Solvenza.

Sarà possibile inoltre effettuare una valutazione psicologica del paziente attraverso lo strumento del colloquio e mediante l’ausilio di test mirati, al fine di comprendere l’impatto della patologia sul funzionamento globale della persona e poterla supportare nel processo di guarigione e cura. Il supporto psicologico vuole offrire accoglienza per ogni tipo di necessità, dando la possibilità al paziente di portare il proprio vissuto di malattia rispetto al problema che si pone durante tutto il periodo di presa in carico, con la possibilità di interventi diversi e modulati sulle diverse necessità che giungono alla nostra attenzione in un’ottica bio-psico-sociale, migliorando la qualità di vita dei pazienti e la compliance alle cure mediche.